Perché la scena di Bruce Lee in C'era una volta a Hollywood è controversa?

Film


Una scena di C'era una volta a Hollywood con la leggenda delle arti marziali Bruce Lee ha suscitato molto scalpore nelle settimane successive all'uscita negli Stati Uniti del film (19 luglio).

  • Brad Pitt è intervenuto per cambiare la scena di C'era una volta a Hollywood di Bruce Lee
  • Tutto quello che c'è da sapere su C'era una volta a Hollywood

Ambientato nella Los Angeles degli anni '60, il film di Quentin Tarantino presenta una serie di personaggi reali di quell'era del cinema, tra cui Sharon Tate (interpretata da Margot Robbie), Roman Polanski (Rafael Zawierucha) e Steve McQueen (Damian Lewis).





acronimo di roc alle olimpiadi

Sebbene Lee non compaia come parte della trama principale, appare (interpretato da Mike Moh) in un controverso flashback, che lo vede combattere contro Cliff Booth di Brad Pitt su un set cinematografico dopo che quest'ultimo aveva riso delle affermazioni del primo potrebbe picchiare Muhammad Ali.

Molto è stato detto sulla scena, con Pitt, Tarantino e la figlia di Lee, Shannon, tutti intervenuti. Scopri perché qui sotto.

Cosa succede nella scena di Bruce Lee in C'era una volta a Hollywood?

Bruce Lee (Mike Moh) in C'era una volta a Hollywood

Columbia Pictures

Bruce Lee appare un paio di volte nel film, solo in flashback. In una scena, allena Sharon Tate di Margot Robbie per una scena di combattimento in The Wrecking Crew (il film in cui va al cinema per guardarsi).



Ma la scena di cui tutti parlano è presente all'inizio del film.

È inquadrato come il ricordo di Booth, poiché considera il suo ultimo giorno di lavoro come stuntman. Vediamo Lee conversare con un gruppo di persone, parlando delle proprie capacità tecniche. Booth sta ascoltando, e Lee si esaspera ridendo quando Lee dice che potrebbe picchiare Muhammad Ali.

Lee quindi sfida Booth a un incontro di tre round, in cui tentano di buttarsi a terra l'un l'altro. Lee abbatte il suo avversario con un calcio, e poi Booth lo afferra e lo lancia brutalmente contro un'auto vicina, che lascia un'ammaccatura enorme. Quindi si scambiano colpi, con la lotta che sembra andare a favore di Booth fino a quando non vengono fermati dal regista del film.

Lo stuntman viene quindi licenziato dal film per aver combattuto contro la sua star. Vale la pena notare che anche Booth dovrebbe avere quasi il doppio dell'età di Lee all'epoca...

Perché la scena è controversa?

Shannon Lee, la figlia della defunta star, e l'ex compagno di allenamento di Lee Dan Inosanto si sono entrambi detti scontenti di come Lee è stato ritratto nel film, dicendo che si presenta come una caricatura e che si presenta come uno stronzo arrogante che era pieno di aria calda.

Ho sempre sospettato che [Tarantino] sia un fan del genere kung-fu e un fan di cose che spaccano in culo in modi fantastici ed eleganti, cosa che sicuramente faceva mio padre, ha detto Shannon (via Varietà ). Ma se sa davvero qualcosa di Bruce Lee come essere umano, se è interessato a chi era Bruce Lee come essere umano, se ammiri chi era Bruce Lee come essere umano, non sono proprio sicuro di avere prove per sostenere che sarebbe vero.

Bruce Lee con nuovi graffi sul viso e sul petto in una scena del film 'Enter The Dragon', 1973. (Foto di Warner Brothers/Getty Images)

Inosanto ha anche suggerito che la rappresentazione non fosse accurata. Bruce Lee non avrebbe mai detto nulla di dispregiativo su Muhammad Ali perché adorava il terreno su cui Muhammad Ali ha camminato, ha insistito In effetti, gli piaceva la boxe più delle arti marziali.

Shannon Lee ha anche accusato Tarantino di aver trattato suo padre come lo ha trattato la Hollywood bianca durante tutta la sua carriera.

skin fortnite cristallo

È stato continuamente emarginato e trattato come una specie di fastidio per un essere umano dalla Hollywood bianca, ed è così che è stato trattato nel film di Quentin Tarantino, ha detto. Spero che le persone colgano l'opportunità di scoprire di più su Bruce Lee perché c'è molto di più da scoprire e molto di più di cui essere entusiasti. Questa rappresentazione in questo film non è sicuramente quella.

Cosa hanno detto il cast e la troupe del film?

Quentin Tarantino ha rotto il silenzio sulla controversia ad agosto, difendendo la sua rappresentazione di Lee.

Bruce Lee era un tipo arrogante, ha detto alla stampa a Mosca mentre pubblicizzava il film. Dal modo in cui parlava, non me ne sono inventato molto. L'ho sentito dire cose del genere, in tal senso. Se la gente dice: 'Beh, non ha mai detto che avrebbe potuto picchiare Muhammad Ali'... beh, sì, l'ha fatto. Non solo ha detto questo, ma sua moglie, Linda Lee, ha detto che nella sua prima biografia che abbia mai letto. L'ha detto assolutamente.

Quentin Tarantino e Brad Pitt sul set di C'era una volta a Hollywood

Tarantino ha anche suggerito che, poiché Booth è un personaggio immaginario, se Booth può battere Bruce Lee o meno dipende da lui.

Riuscirà Cliff a battere Bruce Lee? Brad [Pitt] non sarebbe in grado di picchiare Bruce Lee, ma forse Cliff potrebbe, ha detto. Se mi fai la domanda: 'Chi vincerebbe in un combattimento: Bruce Lee o Dracula?' È la stessa domanda. È un personaggio immaginario. Se dico che Cliff può battere Bruce Lee, è un personaggio immaginario, quindi potrebbe battere Bruce Lee.

La realtà della situazione è questa: Cliff è un berretto verde. Ha ucciso molti uomini nella seconda guerra mondiale in combattimenti corpo a corpo. Quello di cui Bruce Lee sta parlando in tutta la faccenda è che ammira i guerrieri. Ammira il combattimento e la boxe è un'approssimazione più stretta del combattimento come sport. Cliff non fa parte dello sport che è come il combattimento, è un guerriero. È una persona da combattimento.

Concluse: se Cliff stesse combattendo contro Bruce Lee in un torneo di arti marziali al Madison Square Garden, Bruce lo ucciderebbe. Ma se Cliff e Bruce stessero combattendo nelle giungle delle Filippine in un combattimento corpo a corpo, Cliff lo ucciderebbe.

  • Che fine ha fatto Sharon Tate? Spiegazione del finale di C'era una volta a Hollywood

Un paio di settimane dopo l'uscita del film, Robert Alonzo, uno dei coordinatori degli stunt del film, ha affermato che la sceneggiatura inizialmente prevedeva che Booth avesse vinto la battaglia, ma che Pitt era stato molto contrario.

So che Brad aveva espresso le sue preoccupazioni, e tutti noi eravamo preoccupati per la perdita di Bruce. Soprattutto per me, come qualcuno che ha ammirato Bruce Lee come un'icona, non solo nel regno delle arti marziali, ma nel modo in cui si è avvicinato alla filosofia e alla vita, vedere il tuo idolo essere sconfitto è molto scoraggiante, ha detto Alonzo Huffington Post .

Alonzo ha aggiunto: Tutte le persone coinvolte erano tipo, 'Come andrà a finire?' Brad era molto contrario. Era tipo, 'È Bruce Lee, amico!'

Più di recente, Shannon Lee ha suggerito a Tarantino di stare zitto o di scusarsi. Poteva stare zitto su questo, ha detto Varietà . Sarebbe davvero carino. Oppure potrebbe scusarsi o potrebbe dire: 'Non so davvero com'era Bruce Lee'. L'ho appena scritto per il mio film. Ma questo non dovrebbe essere preso per come era realmente.'

matrimonio a prima vista australia 7 episodi

C'era una volta a Hollywood è disponibile ORA