Cosa dicevano le lettere di David Berkowitz?

Vero Crimine


Attenzione: questo articolo tocca argomenti che alcuni lettori potrebbero trovare angoscianti

Il famigerato serial killer David Berkowitz è il soggetto della nuova serie di documentari Netflix in quattro parti, The Sons of Sam.





Tra le estati del 1976 e del 1977, i newyorkesi furono terrorizzati da sparatorie casuali avvenute nella loro città, in cui furono uccise sei persone e altre sette rimasero ferite.

L'assassino ha schernito la polizia e la stampa inviando lettere che menzionavano i crimini in cui si definiva 'Il figlio di Sam'. Quando fu finalmente arrestato nell'agosto 1977, il figlio di Sam si rivelò essere un ex soldato di 24 anniyear David Berkowitz .

Le sue lettere – inclusa la lettera iniziale in cui si è chiamato per la prima volta The Son of Sam, che è stata lasciata alla polizia in una delle sue scene del crimine – sono molto presenti nella serie Netflix. Giornalisti e investigatori credono di avere indizi sul vero movente di Berkowitz dietro le sparatorie e potrebbero persino rivelare, una volta per tutte, se Berkowitz ha agito da solo o (come ha affermato) faceva parte di un gruppo satanico intento a causare il caos attraverso l'omicidio.

Leggi di più sulla storia vera dei Figli di Sam.

Cosa dicevano le lettere di David Berkowitz?

Berkowitz scrisse lettere durante la sua follia omicida descrivendo in dettaglio le sue motivazioni, a cominciare dalla lettera del Figlio di Sam che lasciò sulla scena del crimine nell'aprile 1977 affinché la polizia la trovasse. Si credeva anche che fosse l'autore di una lettera inviata all'editorialista del giornale Jimmy Breslin il mese successivo, e potrebbe essere stato anche dietro una serie di lettere minatorie scritte al suo vicino, Craig Glassman, nello stesso periodo.



Dopo il suo arresto nell'agosto 1977, Berkowitz ha continuato a scrivere lettere sui suoi crimini e motivi, inclusa una al New York Post nel settembre 1977, nonché note al giornalista Breslin e all'autore Maury Terry, la cui indagine sul fatto che Berkowitz sia stato ucciso da solo è il l'obiettivo principale del documentario The Sons of Sam.

nuova season r6 quando esce

La lettera del figlio di Sam

La prima lettera che la polizia ha ricevuto da Berkowitz è stata la lettera 'Figlio di Sam'. È stato scoperto il 17 aprile 1977, vicino ai corpi di Alexander Esau e Valentina Suriani, che erano stati uccisi mentre erano seduti nell'auto di Suriani nel Bronx.

La lettera manoscritta, in parte scritta in stampatello, era indirizzata al capitano del dipartimento di polizia di New York Joseph Borrelli. Nella lettera, Berkowitz ha schernito la polizia per la loro incapacità di catturarlo (Polizia – Lascia che ti perseguiti con queste parole: Tornerò! Tornerò!), E ha anche scritto sul perché ha ucciso.

Sono il 'Figlio di Sam', ha scritto. Sono un piccolo 'moccioso'. Quando padre Sam si ubriaca diventa cattivo. Batte la sua famiglia. A volte mi lega sul retro della casa. Altre volte mi chiude in garage. Sam ama bere sangue. 'Esci e uccidi' comanda padre Sam. Dietro casa nostra un po' di riposo. Per lo più giovani – violentati e massacrati – il loro sangue prosciugato – solo ossa ora.

I figli di Sam

Netflix

La lettera di Breslin

Nel maggio 1977, il giornalista del New York Daily News Jimmy Breslin ricevette una lettera scritta a mano da qualcuno che affermava di essere il serial killer. Breslin ha mostrato la lettera alla polizia prima che fosse pubblicata, e dal suo contenuto credevano che fosse stata scritta da qualcuno a conoscenza degli omicidi.

La lettera – con alcune parti cancellate su richiesta della polizia – è stata pubblicata sul Daily News ed è diventata uno dei loro problemi più venduti. La lettera iniziava: Ciao dalle grondaie di New York, e continuava a menzionare una delle vittime della prima sparatoria attribuita a Son of Sam - Donna Lauria, che fu uccisa il 29 luglio 1976.

… Non mi interessa la pubblicità. Però non devi dimenticare Donna Lauria e non puoi nemmeno lasciare che la gente la dimentichi. Era una ragazza molto, molto dolce, ma Sam è un ragazzo assetato e non mi lascerà smettere di uccidere finché non si sarà riempito di sangue.

La lettera includeva anche alcuni nomi per aiutarti - nomi che alcuni credono indicassero che l'assassino non ha funzionato da solo (anche se altri pensano che siano solo più nomi che Berkowitz si è dato). Tra questi il ​​Duca della Morte, Il malvagio re di vimini, I ventidue discepoli dell'inferno e John Wheaties.

Maury Terry ne I figli di Sam

Netflix

Lettere di Berkowitz a Maury Terry, Breslin e altri

Negli anni trascorsi dalla sua prigionia, Berkowitz ha continuato a scrivere lettere, e sono state scoperte anche altre scritte prima del suo arresto.

Mentre viveva a Pine Street, Yonkers a New York nei mesi precedenti il ​​suo arresto, Berkowitz scrisse lettere minatorie al suo vicino, Craig Glassman. Includevano le parole Sei stato scelto per morire. Craig Maledico la tomba di tua madre e ti uccideremo. Ti uccideremo. Glassman è morto nel 1990 dopo aver scritto un libro sul suo coinvolgimento con Berkowitz, e sua figlia adulta ora visita Berkowitz in prigione.

Per gestire le tue preferenze email, clicca qui.

Nel settembre 1977, il New York Post ricevette una lettera in cui Berkowitz si riferiva alla possessione demoniaca e suggeriva anche di non essere l'unico assassino, scrivendo: Ci sono altri Figli là fuori, Dio aiuti il ​​mondo.

Berkowitz ha ulteriormente perseguito questa affermazione in lettere nel 1979, quando ha pubblicato un libro sulla stregoneria alla polizia del Nord Dakota che stava indagando sull'omicidio di Arlis Perry, che era stato ucciso nel 1974. In una serie di lettere, ha affermato che c'era un collegamento alle sue stesse uccisioni e a un possibile culto satanico, ma da allora è stato respinto dalla polizia.

Era anche in comunicazione con Breslin, che ha notato che è l'unico assassino che abbia mai conosciuto che sapeva usare un punto e virgola, riferendosi alle abilità di punteggiatura negli appunti di Berkowitz. Alcune delle lettere ricevute da Breslin erano presenti nel film di Spike Lee sui crimini, Summer of Sam.

chloe di lucifer

Maury Terry, nel frattempo, ha ricevuto un diagramma da Berkowitz che descriveva in dettaglio la sua via di fuga dalla scena di una delle sparatorie, e lettere del serial killer inclusa una del 1981 in cui Berkowitz scriveva, sono colpevole di questi crimini. Ma non ho fatto tutto.

I Figli di Sam è ora in streaming su Netflix. Consulta le nostre liste di lists le migliori serie su Netflix e il i migliori film su Netflix , o guarda cos'altro c'è in programma con la nostra Guida TV . Visita anche il nostro hub dedicato ai documentari per ulteriori notizie.