La vera storia dietro il successo premio Oscar Nomadland

Film


Di: Steve O'Brien

Nel 2017, la giornalista americana Jessica Bruder ha pubblicato il suo primo libro di saggistica, Terra dei nomadi : Sopravvivere all'America nel ventunesimo secolo. In orbita attorno a una nonna di 64 anni di nome Linda May, che, mentre viveva nella sua Jeep di seconda mano, faceva una serie di lavori a basso salario, raccontava la storia ampia e schietta dell'America post-recessione e dei suoi (per lo più anziani, per lo più classe operaia) vittime che avevano scelto di percorrere il sentiero nomade, girando per il paese in cerca di lavoro stagionale.





In realtà è stata la pluripremiata Frances McDormand a decidere di opzionare L'acclamato bestseller di Brother . La storia di Jessica Bruder ha dissipato tutto il mio romanticismo sull'andare per strada in un furgone, l'attore ha detto Cinema Express . È stato uno schiaffo in faccia sulla realtà dell'intera faccenda e ha spiegato esattamente perché così tante persone sono attratte da quella scelta economicamente. Penso che il resoconto di Jessica nel suo libro sia stato straordinario.

record di bullone 100 metri

Impressionato dal neo-western The Rider di Chloé Zhao del 2017, McDormand ha contattato il regista cinese-americano per adattare il libro di Bruder per il grande schermo. Zhao ha recentemente vinto l'Oscar per la miglior regia oltre a Nomadland, aggiudicandosi il primo premio della serata, dimostrando quanto sia stata astuta una scelta.

Ma qual è la verità dietro il film più chiacchierato di quest'anno? Sebbene Zhao abbia disegnato la sua protagonista, Fern, una vedova di 62 anni (interpretata da McDormand), che ha raccolto bastoni dalla sua città natale di Empire, Nevada e ora vive la sua vita come una nomade che abita in un furgone, gli elementi del libro di Bruder sono condito per tutto il film, non ultimo dall'inclusione della vera Linda May che interpreta una versione drammatizzata di se stessa.

Zhao ha usato a lungo attori non attori, accanto a quelli professionisti, nei suoi film, a partire dal suo primo lungometraggio, Songs My Brothers Taught Me, nel 2015. Quindi, mentre i due personaggi principali del film, Fern e Dave, sono immaginari e interpretati da attori professionisti (nel caso di Dave, il sempre fantastico David Strathairn), molti degli altri sono i veri abitanti dei furgoni del libro di Bruder.

Bob Wells è il fondatore di Cheap RV Living, un sito web in cui l'ispiratore sessantenne condivide consigli su come vivere on the road (ha anche un canale YouTube con lo stesso nome con oltre mezzo milione di iscritti). Uno dei momenti emotivamente più devastanti della storia, in cui si siede con Fern e rivive il dolore per la perdita del figlio a causa del suicidio, è, purtroppo, del tutto reale. Wells ha detto che, prima del film, aveva parlato solo con 20 persone della morte di suo figlio, ma si era aperto con Zhao prima delle riprese. Il regista ha quindi chiesto se gli sarebbe piaciuto includerlo nel film. Penso che il film sia stato molto, molto salutare per me, in realtà dicendolo, dicendo al mondo, ha detto Wells Avvoltoio . È stato un regalo per la vita di mio figlio e della mia vita per il film.



Un altro personaggio che è interpretato dalla loro ispirazione nella vita reale è Charlene Swankie. Sebbene Zhao abbia improvvisato molte scene e gran parte dei dialoghi con lei, alcuni dei dettagli della storia sono inventati. Nel film, Swankie rivela di avere il cancro e muore fuori dallo schermo, con i personaggi che le rendono omaggio attorno a un falò. Fortunatamente, nel mondo reale, Swankie senza cancro è molto vivo.

Il mio personaggio è al 99% me, ha detto al LA Times . Sono fieramente indipendente e raramente chiedo ad altri di aiutarmi, quindi è stato estremamente difficile comportarmi come se avessi bisogno dell'aiuto di Fern. Quell'uno per cento recitava.

Per gestire le tue preferenze email, clicca qui.

Anche se vediamo solo ciò che resta di Empire, Nevada, nei momenti finali del film, il fantasma di quella città di una volta perseguita il resto del film. A causa di una ridotta domanda di cartongesso, ci viene detto all'inizio del film, US Gypsum ha chiuso il suo impianto nel 2011, dopo 88 anni. A luglio, ci dice la didascalia sullo schermo, il codice postale Empire, 89405, è stato interrotto.

Sorprendentemente, quel dettaglio è vero. Una volta vantava una popolazione di 750 abitanti, l'Impero ora ospita solo 65 persone. Certamente nel momento in cui Nomadland è ambientato, intorno al 2012, sembrava davvero così stranamente desolato come nel film. Per fortuna, le sue fortune sono migliorate moderatamente negli anni successivi. Nel 2016, il dirigente minerario David Hornsby ha acquistato la città dalla US Gypsum Corporation per $ 11,38 milioni, creando la nuova Empire Mining Company un anno dopo.

giochi zelda

Nonostante il film sia un cocktail unico di reale e inventato, lo stile di regia naturalistico di Chloé Zhao si aggiunge al potente senso di verosimiglianza di Nomadland. E nel fondere così abilmente il reale con il fittizio, Zhao ha realizzato un film che racconta una verità molto più profonda, che colpisce al cuore del sogno americano infranto.

Il mio obiettivo è mettere la telecamera all'interno [dei personaggi], ha detto Zhao. Nomadland può essere fittizio, ma ciò non significa che non sia una storia vera.

Nomadland è in anteprima su Star su Disney Plus nel Regno Unito e in Irlanda il 30 aprile. Puoi iscriviti a Disney Plus per £ 7,99 al mese o £ 79,90 per un anno ora . Consulta le nostre liste di lists i migliori film e i migliori programmi TV su Netflix o visita la nostra Guida TV per vedere cos'altro c'è in programma.