Supernatural finisce dopo 15 anni: perché ci mancheranno i Winchester?

Fantasia


Dopo 15 anni, Supernatural sta per concludersi negli Stati Uniti stasera e questa sarà l'ultima volta che vedremo Sam e Dean Winchester, a meno che non sopravvivano agli eventi del finale di serie e The CW non decida di rivisitare i ragazzi in futuro.

15 stagioni non sono un'impresa da poco: all'inizio della sua corsa, Supernatural era sulla bolla di cancellazione più volte. Ma abbastanza presto lo spettacolo si è consolidato nel programma di The CW e i rinnovi annuali hanno continuato ad arrivare, fino a quando le stelle stesse hanno rivelato che la fine era quasi a metà della stagione 14.





Ma come ha fatto lo spettacolo a durare così a lungo, e cosa significa che la serie è rimasta nel cuore degli spettatori per un decennio e mezzo?

Sam e Dean Winchester

La maggior parte degli spettacoli che durano fino a quando Supernatural ha un cast principale in continua evoluzione e mentre questo spettacolo ha scambiato un numero di attori importanti dentro e fuori, con Jared Padalecki e Jensen Ackles al timone di questa nave e i loro personaggi come il cuore dello spettacolo fin dall'inizio è la ragione principale per cui è sopravvissuto così a lungo. Mentre Sam e Dean hanno i loro problemi, sono due protagonisti in gran parte simpatici con il fascino che serve per farli sentire come amici o addirittura come una famiglia.

15 anni sono tanti e anche quando lo show ha avuto momenti difficili (ciao stagioni 7 e 12), è rimasto guardabile perché passare del tempo con Dean e Sam è sempre un conforto, anche quando i personaggi stessi potrebbero avere una giornata no . Aiuta anche il fatto che, fuori dallo schermo, Jared e Jensen sembrino due dei ragazzi più simpatici del mondo dello spettacolo, assicurandosi sempre che i fan sappiano sempre quanto sono apprezzati. Dalle interviste alla stampa ai post sui social media e alle loro numerose leggendarie apparizioni al Comic-Con, parte del fascino di Supernatural sta nel seguire gli attori che li interpretano – e molti probabilmente li seguiranno mentre Jared si sposta al suo nuovo Walker: Texas Ranger reboot mentre Jensen apre un negozio da The Boys per la terza stagione di quello show.

Per 327 episodi, Jared e Jensen hanno dato il massimo per Supernatural e non riesco a pensare a un episodio in cui nessuno dei due abbia avuto un giorno libero. Il loro affetto per la proprietà e i fan è sempre in mostra e so che mi mancherà vedere questi due attori insieme tanto quanto mi mancheranno i personaggi che interpretano.

Il cast di supporto

A sostenere Sam e Dean nelle loro avventure ci sono stati molti altri ricchi personaggi, troppi per citarli tutti. Ma per sceglierne alcuni… Misha Collins, compagno di serie della serie, è scivolato nel ruolo dell'angelo Castiel con facilità ed è diventato un personaggio altrettanto vitale dei due principali, mentre anche antagonisti come Crowley (interpretato dal delizioso Mark Sheppard) hanno portato nuova energia a lo spettacolo e sparred con gli altri estremamente bene.



Le signore che avrebbero dovuto dirigere le Wayward Sisters (uno spin-off che, purtroppo, non è mai avvenuto) erano sempre una delizia da vedere. Guidati dalla meravigliosa Kim Rhodes nei panni di Jody Mills, erano un ottimo esempio di un gruppo di personaggi secondari che erano divertenti da guardare e con cui passare il tempo anche quando non erano con i fratelli: Katherine Ramdeen (Alex) e Kathryn Newton (Claire ) essendo altri due fuoriclasse di un gruppo forte. Poi c'è Felicia Day, una delle preferite dalla comunità geek che è stata immediatamente amata come Charlie, indipendentemente dalla versione del personaggio che stava interpretando. E chi può dimenticare Bobby Singer, il burbero cacciatore di Jim Beaver e figura paterna per i ragazzi per le prime sette stagioni? Un altro bravo attore in un ruolo che è stato amato dai fan.

E parlando di padri, prima di essere Negan, Jeffrey Dean Morgan era un brillante John Winchester ed è persino tornato nello show nella stagione 14, insieme alla straordinaria Samantha Smith che è tornata per un periodo più lungo come la madre di Sam e Dean, Mary.

Dimentico le persone, lo so. Jo, Ellen, Ash, Lucifer, Ruby, Chuck, Gabriel, Kevin, Garth, Amara... tutti grandi personaggi con grandi attori a bordo per interpretarli. Potrei scrivere mille parole in più sul motivo per cui Jack di Alexander Calvert è stato un'incredibile aggiunta finale al cast principale. Ma il punto è che Supernatural è sempre stato più di due fratelli, è un intero mondo pieno di persone interessanti e divertenti (tra le altre cose) e questa è una grande parte del motivo per cui ci mancherà e perché ci è piaciuto così tanto in il primo posto.

L'umorismo

Per uno spettacolo che tratta tutti i tipi di argomenti terrificanti e oscuri, Supernatural ha quasi sempre mantenuto il suo senso dell'umorismo, con alcuni dei suoi episodi classici di tutti i tempi più spensierati. In particolare dalla seconda stagione in poi, abbiamo avuto alcune puntate assolutamente esilaranti che sono state alcune delle più memorabili dello show.

Il famigerato The French Mistake è ancora uno dei migliori (un episodio in cui Sam e Dean vengono inviati in un mondo parallelo dove sono attori chiamati Jared Padalecki e Jensen Ackles e recitano in uno spettacolo chiamato Supernatural) ma potrei elencarne altre dozzine, Tall Tales, Bad Day at Black Rock, Yellow Fever, Changing Channels, Just My Imagination, Scoobynatural (sì, lo spettacolo è incrociato con Scooby-Doo) sono solo alcuni dei tanti che hanno mostrato quanto sia grande la commedia Supernatural.

Eppure, è in grado di passare dall'essere assolutamente esilarante a terrificante o oscuro e inquietante in un istante. Alcuni episodi che erano commedie a tutto tondo si sono conclusi con una grande rivelazione o uno sviluppo sismico della trama, come Change Channels, e questa era una delle grandi cose di Supernatural: non sapevi mai cosa avresti ottenuto da un minuto all'altro.

La musica

Il CW

Supernatural ha una delle migliori colonne sonore TV in corso e lo ha fatto sin dal suo inizio. Ci sono così tanti momenti salienti musicali tra cui scegliere, che vanno da 'Don't Fear the Reaper' nell'episodio incentrato su Reaper della prima stagione, a 'Renegade' di Styx che esplode mentre Sam e Dean scappano dalla legge nella seconda stagione. Gli ACDC, i Metallica e molti altri sono stati usati per aprire le stagioni con riassunti bollenti e 'God Was Never on Your Side' dei Motorhead ha contribuito a rendere il finale della stagione 14 uno dei migliori che lo show abbia mai visto.

E, naturalmente, c'è il classico del Kansas 'Carry on my Wayward Son' che ha suonato in tutti i finali di stagione tranne un sin dall'inizio. La canzone è diventata un inno per Supernatural (tanto che lo stesso Kansas si è presentato per suonarla dal vivo a un panel del Comic-Con di San Diego un paio di anni fa) ed è giusto che l'episodio finale di sempre vi alluderà con il titolo Avanti.

E questo senza menzionare i momenti classici in cui la musica è stata usata in modi memorabili come parte della storia. Le canzoni della celebrazione del 200° episodio, Fan Fiction, sono incredibili con 'A Single Man Tear' che viene riprodotto numerose volte in questa famiglia. Jensen Ackles esegue una famigerata routine di mimo su 'Eye of the Tiger' in un errore post-crediti genera sempre un sorriso, così come il suo incredibile singalong con 'Can't Fight This Feeling' di REO Speedwagon. La musica è stata aggiunta allo spettacolo in così tanti modi dall'umoristico (sessione di karaoke 'I'm Too Sexy' di Dean) al decisamente sinistro (la versione di Jen Titus di 'Oh Death è ispirata) e la serie è stata ancora migliore per questo.

Il viaggio

Sembra ovvio dire che uno spettacolo ha fatto molta strada nel corso di 15 anni, ma Supernatural ha davvero cambiato il gioco più volte nel corso della sua corsa. Quella che è iniziata come una stagione di due fratelli che cacciano mostri in puntate in stile 'film della settimana' è diventata una storia più ampia, epica e, letteralmente, biblica.

Il punto di svolta chiave è stata la quarta stagione quando abbiamo incontrato Castiel e abbiamo scoperto che gli angeli erano reali e lo spettacolo non ha guardato indietro da lì. Lucifero, Michael e persino Dio stesso sono entrati nella mischia da allora e sono state fatte scelte audaci sul modo in cui sono stati usati: posizionare Dio/Chuck come il Grande Cattivo finale è stata sicuramente una cosa coraggiosa da fare. Ma Supernatural ce l'ha fatta.

Dal Paradiso all'Inferno, dal Purgatorio al Vuoto, nulla è stato vietato agli scrittori e hanno dato un tocco unico al lotto. Molti dicono che lo show avrebbe dovuto concludersi con la quinta stagione – la leggenda narra che il creatore della serie Eric Kripke inizialmente avesse stabilito un piano di cinque stagioni per lo show – e mentre, sì, quella era probabilmente la migliore stagione dello show, ci saremmo persi tanto ci eravamo fermati allora...

Gli angeli non sarebbero mai caduti dal cielo, non avremmo mai sentito parlare degli Uomini di Lettere o visto il bunker, le Sorelle Ribelle non sarebbero mai state radunate, Sam non sarebbe mai stato colpito da Velma e Dean non avrebbe avuto la possibilità di definirsi un magnete posse nel selvaggio West.

Certo, Supernatural ha avuto qualche pecca lungo la strada, ma sono stati 15 anni gratificanti di essere un fan. Il punto in cui finiamo da dove siamo partiti non è nemmeno vicino a quello che avevo immaginato e in qualche modo, un decennio e mezzo dopo, lo spettacolo aveva ancora la capacità di sorprendere e scioccare, fino alla fine.

chiave segreta pokemon diamante lucente

E così, mentre lo spettacolo finalmente volge al termine, mi consolerò nell'inevitabile rewatch. Ma mi mancherà non avere in giro questi ragazzi con nuove storie da raccontare.

Per ora, però, vado a guardare Baby della stagione 11, un episodio che si svolge interamente dal punto di vista dell'amata Impala di Dean. Questo è il tipo di spettacolo che è questo: può prendere una premessa del genere e trasformarla in uno dei migliori episodi.

Grazie per tutto Supernatural. Ora continua.

Visita la nostra Guida TV per vedere cosa c'è in programma stasera, oppure dai un'occhiata alla nostra guida ai nuovi programmi TV 2020 per scoprire cosa andrà in onda questo autunno e oltre.