Recensione di She-Hulk: Tatiana Maslany è assolutamente strepitosa al debutto nell'MCU

Sci-Fi
Una valutazione di 4 stelle su 5.

I Marvel Studios possono sicuramente sceglierli. Mentre la narrazione all'interno del suo universo cinematografico è accusata da alcuni di essere stereotipata (una critica non senza merito), sono i personaggi che fanno tornare le persone – e She-Hulk è assolutamente stupida. Come Iman Vellani di Ms Marvel e Oscar Isaac di Moon Knight prima di lei (solo quest'anno, cavolo), Tatiana Maslany è entrata in un ruolo mai visto prima nel live-action e l'ha immediatamente reso suo, creando un I nuovi entusiasmanti fan dei nuovi eroi vorranno seguire negli anni a venire.



Jennifer Walters (Maslany) è un avvocato di successo che vive a Los Angeles, in California. È anche cugina di uno scienziato problematico di nome Bruce Banner (Mark Ruffalo), noto soprattutto per essersi trasformato in un enorme mostro verde di rabbia, un'abilità incredibile solo di recente messa sotto controllo. Quando i due tentano di raggiungere un viaggio panoramico, un'interruzione galattica li fa precipitare fuori strada, contaminando Jen con un goccio del sangue radioattivo di Bruce. Questo è tutto ciò che serve per creare un altro Hulk, anche se questo è considerevolmente più composto dal primo giorno.

Tatiana Maslany in She-Hulk: Attorney at Law

Tatiana Maslany nel ruolo di Jennifer Walters in She-Hulk: Attorney at LawDisney





Rimanendo fedele ai fumetti, She-Hulk ottiene il controllo sui suoi poteri quasi immediatamente e torna a lavorare nel suo studio legale, il che è un sollievo perché le storie sulle origini sono generalmente piuttosto noiose. A questo punto, abbiamo visto troppi film di supereroi in cui un individuo trascorre due ore a fare i conti con i propri poteri o a decidere se dovrebbe anche usarli: tutte le cose migliori di solito vengono dopo. Per fortuna, la showrunner Jessica Gao mette She-Hulk in piedi in meno di 30 minuti, consentendo alla maggior parte di questo spettacolo di concentrarsi sul divertimento con la sua bizzarra premessa. E ragazzo, ci riesce.

Come descritto in precedenza dal produttore Kevin Feige, questa è una sitcom legale prima di ogni altra cosa. Potrebbe essere deludente per coloro a cui piace la loro azione esplosiva e la loro posta in gioco alle stelle, ma mantieni una mente aperta perché Gao trova modi davvero fantasiosi per incorporare l'MCU più ampio nella sua narrativa. Sì, ciò include le apparizioni come ospiti di artisti del calibro di Wong (Benedict Wong), Abomination (Tim Roth) e Daredevil (Charlie Cox), ma spero sinceramente che i cameo non dominino la discussione di questo spettacolo allo stesso modo hanno fatto WandaVision, No Way Home e Multiverse of Madness.

Tim Roth in She-Hulk

Tim Roth nei panni di Emil Blonsky alias Abomination in She-Hulk: Attorney At LawDisney Plus/Marvel Studios

È sempre bello vedere un personaggio benvoluto fare un'apparizione a sorpresa, ma negli ultimi tempi stiamo diventando troppo fissati su questo al punto che una voce sfatata può essere sufficiente per rovinare un intero progetto. È un posto dannoso per un fandom in quanto ostacola la creatività degli scrittori che lavorano sui contenuti del MCU. Le aspettative distorte sono spesso un fattore in questi casi, quindi lasciami rilasciare un PSA qui – She-Hulk: Attorney at Law è, giustamente, una storia su Jennifer Walters (ed è difficile immaginare perché qualcuno vorrebbe altrimenti con un talento così elettrico nel ruolo).

Chiunque abbia familiarità con le precedenti interpretazioni di Maslany in Orphan Black e Perry Mason sarà consapevole della sua abilità drammatica, ma è un vero piacere vederla mostrare muscoli diversi con un ruolo così apertamente comico. She-Hulk è un personaggio sfacciato, spiritoso e che ruba la scena in cui si infila facilmente, portando un fascino accattivante sia alla sua forma umana che al suo alter-ego di motion capture. Quest'ultimo sarà di particolare sollievo per i fan poiché molti temevano che il personaggio sarebbe stato realizzato male con qualche CGI traballante – così com'è, gli effetti visivi sono di uno standard molto solido (se non spettacolare).



Ricevi notizie di fantascienza direttamente nella tua casella di posta

Le migliori notizie e caratteristiche di fantascienza da questo lato dell'Orlo Esterno.

Indirizzo e-mail Registrati

Inserendo i tuoi dati acconsenti al ns Termini e Condizioni e politica sulla riservatezza . È possibile disdire in qualsiasi momento.

Maslany padroneggia anche la delicata arte di rompere il quarto muro, una pratica comunemente associata a Deadpool di Ryan Reynolds e Fleabag di Phoebe Waller-Bridge, anche se i fan saranno pronti a sottolineare che She-Hulk li ha battuti entrambi nei fumetti. È importante sottolineare che il tentativo di questo spettacolo sembra distinto e totalmente adatto al personaggio, usato principalmente per il meta umorismo sul MCU e per affrontare frontalmente il campo minato che è la cultura dei fan. Il dispositivo viene utilizzato per tutto lo spettacolo, ma abbastanza con parsimonia da non logorarne l'accoglienza; un'altra trappola abilmente evitata.

Oltre alle suddette guest star, Maslany ha un forte partner cinematografico nella serie regolare Ginger Gonzaga. Il suo personaggio, l'assistente legale Nikki Ramos, ha ricevuto un brutto affare nei primi filmati dello spettacolo, che è stato paragonato sfavorevolmente a un memorabile schizzo SNL su come potrebbe essere un terribile film di Black Widow. Lungi dal urlare per le riprese al bar locale, Nikki è un'amica e collega davvero simpatica per Jen, a cui vengono date alcune battute fantastiche negli episodi proiettati alla critica. In confronto, Josh Segarra non fa molta impressione nei panni del collega avvocato Augustus 'Pug' Pugliese.

Tatiana Maslany nei panni di She-Hulk/Jennifer Walters, Ginger Gonzaga nei panni di Nikki Ramos e Josh Segarra nei panni di Pug in She-Hulk: Attorney At Law dei Marvel StudiosFoto di Chuck Zlotnick. ©Marvel Studios

Allo stesso modo, nonostante la sua importanza nella campagna pubblicitaria, Titania di Jameela Jamil ha una presenza molto minore nei primi quattro episodi di She-Hulk, quindi è troppo presto per dare un giudizio definitivo sul personaggio o sulla performance. Tuttavia, lo spettacolo l'ha impostata per essere una giocosa parodia della cultura dell'influencer, che sono propenso a credere che farà ridere dato il forte tasso di successo di Gao finora. Ho meno fiducia nel fatto che questo spettacolo introdurrà un singolo cattivo con conseguenze durature, ma la presentazione in stile sitcom di She-Hulk rende questo un problema più piccolo rispetto alle precedenti voci del MCU.

Indubbiamente, She-Hulk: Attorney at Law è molto diverso da qualsiasi altra incursione Disney Plus della Marvel, quindi potrebbe volerci del tempo prima che alcuni spettatori si abituino al formato. Tuttavia, la performance magnetica del protagonista e le gag a fuoco rapido dello show lo rendono un'esperienza gioiosa in cui lasciarsi coinvolgere, con la posta in gioco minima che rappresenta un rinfrescante cambio di ritmo rispetto agli scenari apocalittici delle uscite sul grande schermo (e in effetti, la nostra quotidianità -vita diurna). She-Hulk è solo puro divertimento – e tutti potremmo usarne un po' di più in questo momento.

She-Hulk: Attorney at Law è disponibile per lo streaming su Disney Plus da giovedì 18 agosto 2022. Iscriviti a Disney Plus per £ 7,99 al mese o £ 79,90 per un anno . Scopri di più sulla nostra copertura di fantascienza o visita la nostra guida TV per vedere cosa c'è in onda stasera.

L'ultimo numero della rivista è ora in vendita: iscriviti ora e ricevi i prossimi 12 numeri a solo £ 1. Per saperne di più dalle più grandi star della TV, ascolta il podcast con Jane Garvey.

cast amore vincitore