Merlin a 10 anni: il cast e i creativi su come hanno realizzato il dramma dei ragazzi maghi della BBC

Fantasia


In una normale serata di sabato 20 settembre 2008, la serie drammatica fantasy Merlin ha iniziato la sua corsa su BBC1 come sostituto dello slot di Doctor Who, ma nei successivi cinque anni si è ritagliata una propria nicchia nel panorama televisivo.

  • Alexander Vlahos: direi 'sì' a più Merlino
  • Questo attore di Merlin si unisce a Game of Thrones?
  • Quali sono fino ad ora il cast di Merlin?

Offrendo una nuova interpretazione della leggenda arturiana basata su un adolescente Merlino (Colin Morgan) che fa amicizia e protegge un re Artù pre-trono (Bradley James), il dramma ha funzionato per cinque serie di 13 episodi, ha attirato milioni di spettatori ed è stato proiettato in tutto il mondo in centinaia di paesi.





Nella foto: il cast di Merlin L-R Anthony Head (Uther Pendragon), Katie McGrath (Morgana), Bradley James (Arthur), Colin Morgan (Merlin), Angel Coulby (Guinevere), Richard Wilson (Gaius)

Anche oggi, nuovi fan continuano a scoprire la serie (basta cercare su Twitter) tramite servizi di streaming e ripetizioni, quindi per celebrare l'anniversario, abbiamo incontrato alcuni membri del cast e dei creativi per scoprire cosa esattamente ha reso Merlin così magico, da le primissime sceneggiature degli ultimi giorni di Camelot e tutti gli incantesimi, venerabili guest star e difficili giorni di riprese nel mezzo.

A quanto pare, ci sono state più di alcune sfide per far uscire Merlino nel mondo...

Nota: Angel Coulby, che ha interpretato Ginevra, non era disponibile per essere intervistato per questo pezzo.



Iniziare

vittoria 4

Con Doctor Who che ha aperto la strada seguito da Robin Hood, c'era spazio per un altro dramma televisivo per famiglie che arrivava sulla BBC nei fine settimana - e nel 2007, Julian Murphy e Johnny Capps (con i colleghi creatori Julian Jones e Jake Michie) erano desiderosi di raccogliere la sfida.

Julian Murphy, co-creatore e produttore esecutivo: Tutto è iniziato in un ristorante in Kensington Church Street, dove ho pranzato con lo scrittore Jake Michie. E il discorso che gli ho dato era molto semplice: era 'Mi piacerebbe fare la storia di Artù, ma come una storia di origine nello stesso modo in cui la storia di Superman era stata fatta in [serie TV statunitense] Smallville'. pensa da lì, si è evoluto.

Ma la decisione che penso fosse al centro di tutto, che era quella di rendere Arthur e Merlin contemporanei, piuttosto che rendere Merlin il vecchio che si prendeva cura del giovane Arthur, era lì fin dall'inizio.

Johnny Caps, co-creatore e produttore esecutivo : Questo ci ha fatto sentire entusiasti. Ma non abbiamo pensato a tutti gli altri personaggi fino a molto tempo dopo, quando abbiamo avuto un incontro con [l'allora showrunner di Doctor Who] Russell T Davies.

JM: Russell in realtà è stato estremamente influente sull'inizio di Merlin. Perché ci siamo seduti in una stanza d'albergo, una sala conferenze dell'hotel con Russell e gli abbiamo parlato del suo approccio a Doctor Who e di come si sarebbe avvicinato a qualcosa come Merlino. Era solo una mattina, ma era incredibilmente prezioso.

Anthony Head, Uther Pendragon: Ho letto la sceneggiatura e ho pensato 'Beh, questo potrebbe andare terribilmente storto, o potrebbe essere davvero fantastico. Dipende da che atmosfera c'è. Perché se decidono di renderlo uno spettacolo per bambini potrebbe essere davvero twee.

E ho avuto un incontro con James Hawes, che ha diretto il primo episodio. E ho detto in anticipo 'Guarda, la mia presa dipende da quale è la tua atmosfera'. E lui ha detto subito: 'No, sarà piuttosto buio. È uno spettacolo per famiglie ma ha un ventre oscuro.' E ci sono stato da quel momento in poi.

JM: Siamo diventati gazze: abbiamo rubato i frammenti del mito arturiano che ci piacevano e poi abbiamo ignorato i pezzi che non ci piacevano.

JC: Volevamo abbracciare il più possibile la leggenda, anche se alcuni pezzi erano troppo adulti nel loro contenuto. Per il pubblico a cui stavamo suonando potevi accennarlo, ma dal punto di vista tonale non sembrava giusto per la serie.

Lanciare le stelle

Il cast più giovane di Merlin L-R Angel Coulby (Guinevere), Bradley James (Arthur), Katie McGrath (Morgana), Colin Morgan (Merlin)

Con le premesse risolte e le sceneggiature in corso, lo spettacolo aveva bisogno di un cast e trovare attori non testati per assumere i ruoli centrali del giovane Merlino, Ginevra, Morgana e Arthur non è stato facile per i produttori e il direttore del casting Jill Trevellick.

Colin Morgan, Merlino: Apprezzo la fiducia di Johnny Capps e Julian Murphy nel darmi l'opportunità e correre il rischio con me nel ruolo.

È stata un'opportunità così speciale ed emozionante che mi è stata data in quel momento della mia vita.

Julian Murphy: Non è stato facile. Perché stavamo cercando grandi parti, giovani attori. Ovviamente questo non si applicava a Richard Wilson e Tony Head, sapevamo in qualche modo di cosa erano capaci in quel momento!

Quindi fai molte più audizioni di quelle che faresti con attori più giovani, e le metti insieme.

Bradley James, Arthur: La prima volta che ne ho sentito parlare stavo facendo un pilota per Johnny Caps e Julian Murphy, che era un pilota della BBC chiamato Disconnected. Questo sarebbe stato alla fine dell'estate del 2007. E mentre lo stavamo girando, hanno menzionato un altro spettacolo che stavano sviluppando, mi hanno parlato di una parte per cui pensavano che sarei stato giusto.

Abbiamo fatto quello spettacolo, il pilota non è stato ripreso. Poi non ho sentito nulla per un po' a parte il fatto che ogni diplomato della scuola di recitazione e il suo cane stavano per fare un'audizione per questo programma televisivo chiamato Merlin. Poi ho ricevuto una chiamata che diceva che Johnny e Julian avrebbero voluto vederti, e ho fatto finta di essere calmo e disinvolto, comportandomi come se non avessi passato le ultime settimane a preoccuparmi di essere dimenticato.

Johnny Cappe: Nella mia mente, Bradley avrebbe sempre recitato la parte perché avevamo già lavorato con lui su un paio di piloti e sapevo che aveva una grande abilità comica. Ma abbiamo incontrato molti altri attori e alla fine è stato lui a conquistarci.

Katie McGrath, Morgana: In realtà non recitavo da così tanto tempo quando ho iniziato a fare il provino per questo film. Ricordo di essere andato alla mia prima audizione, e c'era un ragazzo che leggeva nella stanza prima che entrassi. In retrospettiva, mi sono ricordato quando abbiamo iniziato le riprese che era Colin! Ci siamo incontrati entrambi durante la nostra prima audizione per questo, e non ho fatto due più due fino a quando non siamo stati effettivamente scelti che lui era il ragazzo, noi due ci siamo seduti lì a chiacchierare prima di entrare.

C'era qualcosa in Morgana, qualcosa nella ragazza con cui ha iniziato nello show e la donna che volevano che diventasse che mi ha fatto sentire come se fosse qualcosa che potevo fare.

Soprattutto perché la traiettoria del suo personaggio rispecchiava quello che stavo attraversando. Era molto insicura di se stessa, delle sue capacità e dei suoi poteri, e questo era gentile da parte mia con la recitazione.

Richard Wilson, Gaio: La cosa che mi ha attratto è che non avevo mai fatto quel genere di cose da semi-bambini prima, e mi è sembrata un'ottima idea. E penso che, se ricordo bene, se ne sono andati... beh, non so se hanno lasciato il casting di Merlin fino all'ultimo, ma non sono riusciti a ottenere nessuno!

JC: Il casting di Merlin è stato davvero molto difficile perché avevi bisogno di trovare un attore che avesse una gamma di giochi davvero ampia e ampia, ma che sapesse anche gestire il fatto che non è un dramma naturalistico. Quindi non potevi avere un attore che lo interpretasse in modo incredibilmente serio e reale.

Volevi qualcuno che potesse trovare la verità, ma anche trovare la verità così com'è in quel tipo di mondo fantastico.

JM: È interessante notare che nei primi giorni Matt Smith era nella cornice di Merlin. E sentivamo solo che era troppo vecchio, non che non fosse eccezionale. E lui era troppo vecchio, davvero.

Penso che ci sia un certo tipo di attore che ha la leggerezza e l'abilità per interpretare quel tipo di dramma familiare, e penso che sia Colin Morgan che Matt Smith siano quel tipo di attore. È una qualità volubile. E sono leggeri sui loro piedi. Questa è l'abilità che avevano.

E penso che Colin e Bradley avessero una chimica e un'affinità comica naturale che abbiamo potuto vedere nell'audizione e sono diventati molto centrali per la serie.

JC: C'erano molti attori davvero interessanti nella rosa dei candidati. E pensavamo che Matt fosse assolutamente geniale, ma Colin aveva solo quella qualità, aveva solo la qualità giusta.

I primi giorni

Le riprese di Merlin sono state divise tra Cardiff, Surrey e Francia al Château de Pierrefonds, un castello che è stato doppiato per le scene in esterni di Camelot – e quando è iniziata la produzione, il giovane cast ha dovuto trovare rapidamente i piedi.

Katie McGrath: Ero fuori di testa nervoso sul set! Non sapevo niente – ho scoperto che non sapevo nemmeno cosa stavo facendo. Erano tipo 'OK Katie, c'è il tuo segno, entra e trova la tua luce' e io ero tipo 'Ehm, scusa e adesso? Cosa volete che faccia?'

Ero completamente maledettamente all'oscuro. Era inutile.

Antonio Testa: Anche nel primissimo episodio hai avuto una straordinaria performance di Eve Myles. Ricordo quando interpretava la madre del ragazzo che Uther stava facendo uccidere per stregoneria. E lei era in realtà la strega.

E abbiamo girato quella scena in cui lei crolla davanti a me, a Pierrefonds, e tutte le comparse francesi l'hanno applaudita perché era sbalorditiva.

Bradley James: Ho quasi un'idea della mia prima scena mentre cammino lungo un corridoio o qualcosa del genere, davvero tranquillo. Ma la prima scena che ricordo correttamente di aver fatto è quando Merlin entra e dice 'Oh, l'ho fatto' e io dico 'Hai fatto cosa?' ride )

Se non era la prima scena, era una delle nostre prime scene. E ovviamente un buon modo per costruire una relazione con qualcuno con cui lavorerai per cinque anni è girare una scena in cui gli stai solo urlando per una ripresa dopo l'altra.

Entrare nel solco

trofei call of duty vanguard

La realtà quotidiana delle riprese di Merlin - una serie che nel corso dei suoi cinque anni ha caratterizzato draghi, cavalieri non morti, troll, Questing Beasts e tutti i tipi di stregoni maligni - è stata una sfida unica, soprattutto considerando il livello assoluto di effetti speciali richiesti.

Ma anche all'inizio, c'era la sensazione che stessero facendo qualcosa di speciale

Katie McGrath: C'era una tale sospensione dell'incredulità su base quotidiana. Sai, ora stai parlando con un drago, ma il drago è una pallina da tennis con l'AD che lo esprime. E se non ci credevi, nessuno lo avrebbe guardato, quindi dovevi solo seguirlo.

Bradley James: C'era molto clamore intorno, anche se il primo tipo di scene erano solo frammenti. C'era un sacco di buzz da tutti i soggetti coinvolti.

E all'epoca pensavo che fosse normale, è così che funziona quando inizi un nuovo progetto e tutti si sentono così. Con il senno di poi le mie esperienze da allora mi hanno insegnato che non è sempre così.

Antonio Testa: Ricordo di aver attraversato la piazza di Pierrefonds in costume, e potevi sentire il tuo mantello prendere il vento dietro di te, e non potevi fare a meno di pavoneggiarti.

Perché era solo che ti sentivi così figo! Era come travestirsi, come un bambino.

Richard Wilson: Interpretare Gauis è stato abbastanza divertente. Avevamo un'intera squadra di scrittori - e non ricordo i loro nomi ora, ma alcuni di loro erano brillanti, e alcuni non erano così brillanti.

E ovviamente è stato così tanto tempo fa e ora sono così vecchio che dimentico le cose. Non ricordo quali fossero i migliori. E abbiamo avuto dei registi molto bravi.

Colin Morgan: Era il miglior cast di attori con cui avrei mai potuto sperare di lavorare, con una troupe di supporto che lavorava così duramente e con tale abilità e spirito.

E ovviamente tutto l'incredibile supporto che abbiamo ricevuto e continuiamo a ricevere dai fan dello show vecchi e nuovi lo hanno reso uno degli [anni] più divertenti della mia carriera fino ad oggi.

Un programma punitivo

Il programma e il budget di Merlin significavano che le riprese dovevano essere realizzate nel modo più efficiente possibile, il che si è rivelato complicato considerando che c'era un solo Colin Morgan da girare.

Johnny Cappe: C'era una sfida pratica in quanto stavamo sempre inseguendo le nostre code in termini di produzione. Lo spettacolo è stato commissionato molto rapidamente e abbiamo dovuto completare rapidamente le sceneggiature. E penso che ci fosse una sfida temporale nel trovare sempre grandi storie e cose da fare per i personaggi entro le pressioni del tempo.

Julian Murphy: Di solito consegnavamo Merlin due giorni prima che andasse in onda, episodio per episodio.

E quello era uno spettacolo con un sacco di CGI, quindi è roba spaventosa! E a volte siamo andati così stretti perché volevano che fosse nel suo slot, doveva essere nel suo slot, il che è abbastanza giusto. Ma era molto stretto.

Katie McGrath: Fondamentalmente dopo aver filmato Merlin, tutto è una passeggiata nel parco. C'è una scena all'inizio della quarta o quinta stagione, e siamo io ed Emilia Fox. E hanno avuto Millie solo per un paio di giorni, quindi abbiamo girato tutte le cose di Millie e tutte le larghezze, ma per fare la mia copertura non abbiamo avuto Emilia, perché è andata a Silent Witness.

Quindi la mia roba, l'avrebbero raccolta come e quando potevano, con uno dei vicedirettori che leggeva nelle sue righe. E in realtà ci sono voluti, per finire completamente quella scena, quasi quattro mesi.

Ma per quanto difficile fosse per me, non era niente in confronto a quello che Colin e Bradley hanno dovuto fare.

Richard Wilson: Voglio dire, Colin Morgan ovviamente è stato un brillante pezzo di casting. Sono stati così fortunati perché Colin era un gran lavoratore. Un attore meraviglioso, e ha fatto il suo lavoro brillantemente. Aveva un programma enorme, aveva molto da fare. Era più o meno in ogni scena.

Antonio Testa: Facevano una cosa in cui giravamo due o tre episodi a volte letteralmente insieme. Quindi hanno messo tutte le scene di un episodio insieme all'altro episodio.

Avrebbero due unità, o tre, che sparano contemporaneamente in aree diverse. E andava bene per uno come me, ma Colin, benedica il suo cuore, finiva letteralmente la sua scena e poi correva verso l'altra unità perché era leggermente indietro. La programmazione era folle.

Bradley James: Non ho mai avuto un lavoro così difficile. Non ce ne siamo accorti in quel momento, ma ci stavano lavorando fino all'osso in termini di ore che avremmo fatto e poi gli impegni extra per quanto riguarda la pubblicità e le cose nel tuo tempo libero.

Entreresti e faresti quello che sarebbe stato programmato come un giorno di 12 ore. Saresti stato prelevato un'ora e mezza prima, e poi saresti tornato a casa la sera per rivedere le scene per il giorno successivo. Probabilmente li avevi già preparati durante il fine settimana. Questo se non fossi stato mandato a una convention o qualcosa del genere.

Abbiamo davvero dato il massimo, ma all'epoca non sapevamo niente di diverso.

JM: È difficile sostenere la qualità. Non è che fai uno spettacolo adesso, e spesso ti viene dato il tempo di fare tutti gli episodi prima che qualcosa vada in onda. Lo stavamo ancora girando mentre andava in onda! Eravamo certamente vicini alla fine, ma lo eravamo.

E penso che ciò significhi che c'erano sicuramente uno, a volte due episodi di una serie in cui abbiamo fatto scelte sbagliate. E a volte quegli episodi sono stati salvati da una scrittura intelligente e da una grande recitazione, e a volte no.

Le guest star

trama di Boruto

Nel corso degli anni Merlin ha avuto un elenco davvero impressionante di guest star, con artisti del calibro di Charles Dance, Michelle Ryan, Liam Cunningham, Emilia Fox, Adrian Lester, Asa Butterfield, Sarah Parish e John Lynch che si sono presentati per prestare le loro abilità a un episodio o due. A quanto pare, Merlino ha offerto un'opportunità unica...

Julian Murphy: A molti attori piacciono le parti degli ospiti, perché non richiedono molto tempo ma possono essere parti molto soddisfacenti e stimolanti. Quindi questo ti aiuta sempre. Molti di quegli attori avevano bambini e famiglie che adoravano lo spettacolo, e una volta che abbiamo realizzato una serie è stato molto facile per noi ottenere queste persone.

Katie McGrath: In un certo senso è stato abbastanza bello che fossi un po' all'oscuro allora, perché allora non ero così scoraggiato o spaventato da queste leggende che arrivavano sul set. Fatta eccezione per Charles Dance, quell'uomo aveva la presenza sullo schermo più incredibile e mi spaventava ogni volta che era sullo schermo. È incredibile, ma recita con lui! Oh Dio.

La mia impostazione predefinita quando sono nervoso è iniziare a ridere, quindi c'è un'intera scena con me e lui in cui non potrebbero usare nulla perché continuerei a ridacchiare nel mezzo. Ha una tale presenza quando lo incontri. Se pensi a quanto è sullo schermo, di persona è folle.

Bradley James: Charles ha dovuto sopportarmi in numerose occasioni. Mi ritengo decisamente fortunato con le persone che sono entrate.

Antonio Testa: Li ricordo tutti, ricordo Charlie. Il fatto era che se ti viene offerto un ruolo da ospite, deve essere corposo, deve avere qualcosa da interpretare. E lo ha sempre fatto. L'hanno sempre fatto, non era solo ovvio, non erano qui solo per questo o quell'altro motivo.

Tutti i personaggi avevano sempre dei livelli. Ed è stato affascinante per questo.

Momenti preferiti

tv nanocell vs oled

Mentre ci sono stati alti e bassi durante le riprese di cinque anni, tutti i soggetti coinvolti hanno ancora bei ricordi del loro tempo lavorando alla serie.

Julian Murphy: Penso che ci siano un paio di episodi che penso siano stati molto forti. Penso che l'episodio di The Last Dragonlord [alla fine della seconda serie] in cui John Lynch appare per la prima volta come il padre di Colin sia stato un episodio molto commovente e potente.

Johnny Cappe: Sono d'accordo con Julian, è stato davvero divertente. Quello sarebbe stato un episodio di apertura per la terza serie, ma è diventato un episodio finale. Ed era proprio un'idea così forte, ma ci siamo resi conto che non era un buon episodio uno, era davvero un buon episodio 13. E poi avevamo qualcosa su cui lavorare in modo abbastanza definitivo.

Ho anche adorato tutti gli episodi iconici, mi è piaciuto quando ci siamo divertiti con la leggenda.

JM: Penso che siamo tutti piuttosto orgogliosi del modo in cui abbiamo realizzato la spada nella roccia. Perché abbiamo sentito una vera pressione per trovare un modo originale di farlo, e non è facile. Quindi penso che anche quell'episodio risalti.

Antonio Testa: Ricordo che c'era un caso in cui Katie ed io, Morgana, dovevamo fare una corsa di cavalli in questo campo aperto.

Ma il camion con tutto il cibo dei cavalli era in cima alla collina, e ogni volta che mi superava iniziava a deviare di lato verso la collina, perché il cavallo tornava a mangiare. Era così divertente!

Bradley James: La grande transizione per me è stata quando sono arrivati ​​i cavalieri. Ho sempre avuto un gruppo di amici e mi sono sentito più a mio agio in quell'ambiente. E non appena ho avuto intorno a me una squadra di calcio a cinque degna di cavalieri ho pensato 'Oh, questa è una risata.'

All'improvviso mi è stato dato questo gruppo di compagni con cui ho potuto correre in una foresta e far oscillare le spade in giro. Non che fosse brutto prima, solo che rendeva le cose molto più divertenti quando arrivavano i cavalieri, ed è entrato in un ambiente più familiare per me - ho sempre avuto grandi gruppi di compagni di ragazzo.

Richard Wilson: La maggior parte del mio lavoro è stato con Colin, perché eravamo insieme nella scrittura. Ma era semplicemente meraviglioso lavorare con lui. Molto buona.

I giorni difficili

Anche se ovviamente, anche al di fuori della brutale programmazione, c'erano aspetti più impegnativi per rendere Merlin un successo.

Julian Murphy: Penso che la sfida con qualsiasi show per famiglie sia farla funzionare per gli adulti. Devi volere che mamma e papà siano seduti tanto quanto il bambino. E far funzionare bene uno spettacolo su entrambi questi livelli è davvero difficile, lo è davvero.

Quando fai uno spettacolo che ha successo, c'è una leggera pressione per fare sempre la stessa cosa. E penso che sia davvero importante che tu non lo faccia, che lo cambi e lo faccia crescere. Ogni anno ci siamo seduti e abbiamo detto che dobbiamo andare oltre, e dobbiamo portarlo in un posto diverso.

E questo è parte del motivo per cui è diventato più scuro. Lo stavamo spingendo consapevolmente in posti nuovi. Perché altrimenti penso che inizi a tirare fuori una formula molto molto velocemente, e un pubblico moderno individua quella formula altrettanto rapidamente.

Richard Wilson: All'epoca ero in parte assistente alla regia a Sheffield, quindi stavo andando da Cardiff in Francia, a Sheffield, a Londra. Che è piuttosto un sacco di viaggiare! Sono stato fortunato, essendo un membro anziano, che sono stato portato da Londra a Cardiff e ritorno. Penso che gli altri abbiano dovuto prendere il treno.

Katie McGrath: Se avevi un'ombra di dubbio su quello che stavi facendo - e ci sono stati giorni in cui l'hai fatto, perché sei umano - ha reso il tuo lavoro molto più difficile. Dovevi crederci completamente o non aveva senso. Dovevi solo bere il Kool-aid e seguirlo.

Bradley e Colin sono stati entrambi fantastici, devo dire, nel credere completamente e nell'acquistare tutto ciò che hanno fatto. Bradley era il principe Artù e poi re Artù. Alla fine non ero sicuro di dove finisse uno e iniziasse uno. E Colin ovviamente è forse uno dei migliori attori della nostra generazione, e ha fatto sembrare tutto facile.

Dicendo addio

Alla fine, dopo cinque serie e 65 episodi, Merlin si è conclusa nel 2013 – e secondo sia il cast che la troupe, la fine di Merlin era stata scritta sin dal primo giorno.

Julian Murphy: Non sto dicendo che sono spesso in quel posto, ma dall'inizio l'abbiamo visto girare cinque serie e abbiamo sempre pensato che sarebbe finito più o meno dove siamo finiti. Alla fine abbiamo sempre creduto di arrivare alla Morte D'Arthur.

Johnny Cappe: Sapevamo che il momento finale della quinta stagione sarebbe stato la morte di Arthur e Merlin che avrebbe gettato la spada nel lago. Sapevamo che quello era il punto finale della serie.

JM: A meno che tu non sia Doctor Who, il che è raro e fortunato, i finali sono importanti. Devi ripagare quei personaggi e il loro viaggio in qualche modo. Non volevamo davvero vedere la serie spin-off di così e così è la vita. semplicemente non è giusto, e funziona così raramente.

Antonio Testa: Non c'è stato un punto in cui sono andato 'awwww' - perché avevo sempre saputo che sarebbe successo. Era una troupe così adorabile e un servizio così incantevole, a parte la pioggia. Era un bel posto di lavoro. Tutti erano investiti.

Non sentivi in ​​nessun momento che qualcuno stesse facendo un lavoro solo perché doveva farlo. Tutti ci hanno investito enormemente. Johnny e Julian come produttori erano davvero alla mano, il che è stato adorabile.

Richard Wilson: Penso di non essermelo perso. Mi è piaciuto, ma ho pensato che cinque anni fossero abbastanza.

Bradley James: Ci hanno preso presto. Eravamo giovani idioti appena usciti dalla scuola di recitazione ed erano tipo 'Bene, ti iscrivi per cinque anni'. È stato grandioso sia all'epoca che ancora di più con il senno di poi, creare quella bolla per noi.

E poi abbiamo iniziato l'inizio di quel quinto anno, e la domanda è stata posta a me e Colin se avremmo preso in considerazione l'idea di fare di più. Non posso parlare per Colin, ma di certo sentivo che non ci fosse la passione su tutta la linea per andare avanti e fare di più.

Quando è arrivata la domanda, probabilmente eravamo entrambi pronti a partire. Voglio dire di nuovo, non parlerò per qualcun altro, ma ero pronto a togliere la cotta di maglia.

Merlino potrebbe mai tornare?

Colin Morgan in Merlin (BBC, HF)

Oggi, molti fan si chiedono ancora se potrebbe esserci un ritorno per la serie – e anche se è improbabile che questo particolare cast si riunirà mai, non è al di fuori delle possibilità che il mondo di Merlino avrà una qualche forma di futuro.

Richard Wilson: Continuo a convincere i più giovani che si avvicinano a me e dicono 'Non c'è alcuna possibilità che Merlin non ricominci?'

Ovviamente i giovani volevano uscire e fare altre cose. Volevano lasciare il segno. Non volevano entrare in qualcosa che sarebbe andato avanti all'infinito quando avevano così tanto da offrire.

Katie McGrath: Non ho dubbi che a un certo punto proveranno a fare un remake, e mi spezzerà il cuore vedere qualcun altro interpretare Morgana.

Era così meravigliosa per me, non potevo negare quel regalo a qualcun altro. È stata fantastica, lo è ancora, la uso ancora in altre esibizioni. Mi ritrovo ancora a fare 'smirkana' ogni tanto. No, probabilmente non dovrebbe farlo!

Julian Murphy: Penso che potresti estrarre quella leggenda per tutta la vita e non graffieresti la superficie. È enorme e c'è così tanto là fuori.

abbazia di downton su netflix

Penso che restiamo tutti affascinati da quella leggenda. E penso che un giorno vorremo tornarci. Ma penso che ci ritorneremmo in un modo molto molto diverso. Ed è vero. E forse quel momento arriverà – non credo sia ancora del tutto – ma penso che torneremo alla leggenda. Spero che sarà qualcosa di completamente diverso.

Antonio Testa: Probabilmente è sicuramente ora che la BBC faccia uscire Merlino ancora una volta. Giralo di nuovo su BBC3 o qualcosa del genere, o su iPlayer.

L'eredità di Merlino

Anni dopo, Merlin rimane incredibilmente popolare tra i giovani fan ed è visto (e discusso) online fino ad oggi - e le carriere dei suoi giovani protagonisti non sono l'unica eredità della serie.

Colin Morgan: È difficile credere che siano passati 10 anni da quando ho iniziato il viaggio di Merlino. È stata un'opportunità così speciale ed emozionante che mi è stata data in quel momento della mia vita.

Katie McGrath: Sono costantemente sorpreso dalle persone che mi fermano anni dopo, e anche in America, e ora in Canada, che sono completamente innamorate di questo spettacolo e non l'hanno lasciato andare. Penso che ora sia su Netflix in America, abbia trovato un pubblico completamente nuovo. Onestamente credo che sarà il Doctor Who della nostra nuova generazione, che le persone ricorderanno e a cui si aggrapperanno.

Julian Murphy: È una bella sensazione sapere che la TV dura. Spesso hai la sensazione che non importa quanto sia buona una cosa, non dura.

Siamo consapevoli di quante persone lo guardano ancora, di come sia ancora in onda, di come abbia ancora successo. Ed è affascinante. Ci sono programmi in TV che lo fanno, ma non sono molto comuni.

Antonio Testa: È un cast davvero solido e non ci sono anelli deboli, nessuno a cui pensi 'Oh, è un peccato per loro'.

Ma anche le trame erano davvero divertenti, davvero eccitanti e davvero intricate. Le location sono stupende, l'animazione è notevole, la computer grafica.

Colin Morgan e Bradley James in Merlin (BBC, HF)

Richard Wilson: Penso che sia stato uno spettacolo molto insolito pieno di pezzi unici che hanno fatto funzionare davvero bene. E soprattutto gli effetti speciali e le cose, erano così ben fatti. Ha funzionato brillantemente. E come ho detto, quando si è fermato c'erano bambini in tutto il mondo assolutamente inorriditi nello scoprire che si stava fermando.

Johnny Cappe: Penso che il fatto stesso che Merlino sia una leggenda e che sia durato così tanto tempo dimostri che c'è un fascino nella storia. I Cavalieri della Tavola Rotonda, Re Artù, Merlino: c'è qualcosa nel nostro DNA, un fascino. C'è una storia d'amore al riguardo che le persone sono ancora incuriosite.

Bradley James: Ovviamente non puoi gestire Doctor Who per 52 settimane all'anno, e penso che questo abbia aperto spazio per altri spettacoli come questo. Ci sono stati successi e fallimenti per ciò che è in grado di adattarsi a quello slot.

La maggior parte delle cose farà fatica ad avere la longevità di Doctor Who, ma in termini di riempimento di quello spazio per quanto tempo è stato necessario, probabilmente abbiamo guardato di più sul lato del successo.

km: Penso che non possiamo sottovalutare ciò che Merlin e spettacoli simili, che l'Inghilterra e la BBC fanno così bene, hanno fatto per la TV nel suo insieme. Viviamo nel mondo di Game of Thrones, ma Game of Thrones è arrivato dopo Merlino.

BJ: Non ho rivisto lo spettacolo dall'ultima volta che è andato in onda, e mi chiedo quanto tempo ci vorrà prima che lo guardi di nuovo. E la mia paura è che lo lasci troppo a lungo, e la prossima volta che lo guarderò sembrerà un'esperienza molto separata dal mio corpo.

Parlandotene ora, sono riportato all'ambiente mentale che avevo per questo. Ma ho la sensazione che se dovessi rivedere lo spettacolo, ho la sensazione che mi sentirei come se stessi guardando un essere umano completamente diverso che fa oscillare le spade, impartisce ordini e va in giro a cavallo.

CM: Mi sento così orgoglioso dello spettacolo e di tutti coloro che lo hanno reso possibile e incredibilmente fortunato che ho avuto modo di farne parte.

Puoi guardare l'intera serie di Merlin su Netflix ora