Lucifer stagione 5 parte 2 recensione: altre otto ore nel purgatorio stordente

Fantasia
1,0 su 5 stelle

A volte quando guardo Lucifero , mi sento come se fossi punito per qualche misfatto dimenticato commesso in una vita passata. Sicuramente, questa è l'unica spiegazione possibile per questa produzione assolutamente purgatoria, che sta ancora masticando lo stesso rancido che ha sputato nella sua prima stagione cinque anni fa. Questa è, ovviamente, la languida storia d'amore tra Lucifer Morningstar (Tom Ellis) e la detective della LAPD Chloe Decker (Lauren German), che raggiunge nuovi audaci livelli di noia in quest'ultima serie di episodi.

the kissing booth 3 quando esce

Dopo che si sono avvicinati pericolosamente a dirsi quelle tre parole nel finale di metà stagione – scusatemi mentre sbattiamo la testa contro un muro – la seconda metà di Lucifero quinta stagione presenta ancora un altro ostacolo artificioso per la coppia da affrontare. Ciò non dovrebbe sorprendere, dato che l'intero spettacolo è stato costruito su scuse zoppe progettate per ritardare qualsiasi progressione significativa del suo arco narrativo principale.

Lucifero si convince di non essere capace di amare per ragioni vagamente associate al suo lontano padre (sai, Dio). Questa conclusione non ha alcun senso nel contesto dello spettacolo - l'ex Lord of Hell ha trascorso 75 episodi struggendosi per Decker - e quindi sembra più un cinico stratagemma per strappare un'altra stagione da una volontà già esausta dinamico. Se guardare lo spettacolo girare in tondo non è abbastanza per farti venire la nausea, il dialogo pateticamente angosciante lo sarà sicuramente.

Per gestire le tue preferenze email, clicca qui.

C'è un po' di sollievo nella morte, in particolare negli omicidi presenti nello spettacolo. Si Questo è ancora un procedurale di polizia e decisamente poco ambizioso. Ogni caso sembra essere stato messo insieme nella stanza degli scrittori in 30 minuti o meno, mentre gli sforzi per tracciare collegamenti tematici tra l'indagine e la vita personale di Lucifero sono più goffi che mai. A un certo punto nella seconda parte della quinta stagione, Decker chiede a un sospettato della sua presunta vittima: diresti che era la Dio dell'acquario?

I segmenti della LAPD di Lucifer sono sempre andati come un episodio di CSI: STFU ma erano un po' più appetibili nelle stagioni precedenti a causa della loro brevità. Condividere 42 minuti magri con la sottotrama significava che ogni caso normalmente si chiudeva dopo circa mezz'ora. Ma il salto a Netflix ha portato con sé un tempo di esecuzione esteso che a volte supera i 60 minuti, il che significa che questi omicidi usa e getta superano davvero il loro benvenuto. Detto questo, rendono Lucifer un grande spettacolo da guardare mentre si scorre sul telefono perché il 50 percento di ogni puntata non ha alcuna conseguenza.

montepremi wimbledon 2021

La decisione di Ildy Modrovich e Joe Henderson di mantenere la rigida struttura procedurale imposta dall'ex casa di Lucifer alla trasmissione televisiva è sempre stata sconcertante. Ma nella quinta stagione, seconda parte, influisce negativamente anche sulla storia generale: la lotta per un pericoloso vuoto di potere creato dall'imminente ritiro di Dio. Con Lucifero e il suo gemello malvagio Michael, entrambi in lizza per conquistare il paradiso, questa sarebbe potuta essere una saga ad alto rischio ed emozionante se fosse stato l'obiettivo principale.

Netflix

Sfortunatamente, gli scrittori non riescono a stabilire correttamente la loro mitologia o a costruire alcun senso di tensione attorno a questo filo conduttore, poiché si colloca sempre ben al di sotto dell'uccisione dell'uomo locale Joe Bloggs nella loro lista di priorità. Quando viene finalmente portato alla ribalta nel finale di stagione, non hanno altra scelta che affrettarsi in un modo che spreca ogni potenziale per una fine cinematografica. Nell'età d'oro della televisione, tutto questo sembra pietosamente scadente.

I membri sostenitori del Lucifero cast sono l'unico punto luminoso dello spettacolo, che comprende sia le sue migliori interpretazioni che i suoi personaggi più simpatici. DB Woodside mostra ripetutamente un buon tempismo comico come Amenadiel, ma non ha abbastanza opportunità per usarlo. Lesley Ann-Brandt continua a recitare bene come demone senza fronzoli Mazikeen, con il ritorno di Eve di Inbar Lavi che le offre un forte partner sullo schermo. Nel frattempo, Dennis Haysbert fa un lavoro utile nel ruolo intimidatorio di Dio, anche se la sua interpretazione a volte si avvicina un po' troppo all'archetipo del padre imbarazzante visto in qualsiasi sitcom degli anni '90.

Tom Ellis sta ancora sparando battute sfacciate con una voce esagerata che probabilmente va a rotoli con gli americani che amano un 'accento britannico', ma chiunque sappia che un tale dialetto è inesistente troverà la sua esibizione irritante. Con Ellis che interpreta due ruoli e canta a squarciagola diverse canzoni nel corso della stagione (alcune delle quali sono inserite al di fuori dell'episodio musicale), Lucifer si sente sempre più come un progetto di vanità ogni momento che passa.

Netflix

Certamente non fa nulla per la co-protagonista Lauren German, che interpreta uno dei personaggi meno interessanti in televisione oggi. Nella quinta parte della seconda stagione, l'ex detective Chloe Decker si avvicina alla completa sottomissione e dedizione a Lucifer Morningstar; l'uomo che una volta ha ridicolizzato per aver tentato di sedurla. La stragrande maggioranza delle scene di Chloe consiste in lei che insegue Lucifero, facendogli domande sulla loro relazione e deprimendosi sul fatto che la ami veramente. Non ha una vera personalità o una vita propria al di fuori di questo attaccamento tossico, che è scioccante vedere in uno spettacolo televisivo prodotto nel 2021.

otis personaggio

Così com'è, Lucifer è più simile al romanzo più lungo e strano di Mills & Boon mai scritto. Questo bizzarro ibrido di romanticismo, fantasia e dramma criminale procedurale potrebbe forse essere risolto sotto uno scrittore straordinariamente dotato, ma l'attuale squadra di Modrovich e Henderson non è riuscita a far funzionare il motore. Il passaggio a Netflix ha offerto un'opportunità per salire di livello che è stata abbandonata a favore di episodi ingannevoli e più cupi ombelichi. La sofferenza sarebbe potuta finire qui se lo streamer non avesse optato per un rinnovo dell'ultimo minuto, una punizione che anche Lucifero considererebbe un po' crudele.

Leggi di più:

voti toty fifa 22

Lucifer stagione 5 parte 2 è disponibile per lo streaming su Netflix. Cerchi qualcos'altro da guardare? Consulta la nostra guida al le migliori serie su Netflix o il i migliori film su Netflix .

Puoi anche leggere di più sulla nostra copertura Fantasy o visitare la nostra Guida TV per vedere cosa c'è stasera.