JK Rowling ha scritto questo passaggio di Harry Potter per impedire alle persone di pronunciare male il nome di Hermione

Film


Herm-o-ninny? Lei-mia-o-nee? Hermy uno? Sebbene molti ora penserebbero che sei stato confuso nel chiedere come si pronuncia 'Hermione Granger', questo era un problema nel fandom di Harry Potter prima che il primo film uscisse nel 2001.

Infatti, durante le prime apparizioni televisive della Rowling, i fan hanno regolarmente pronunciato male il nome della più intelligente di Grifondoro - in un'intervista del 1999 con la conduttrice di chat show Rosie O'Donnell, alla Rowling viene chiesto direttamente come dire 'Hermione' (e se 'Cy-rus Black' è corretto anche).





  • Ecco come la star di Animali fantastici Ezra Miller è stata trasformata in un Obscurus usando effetti speciali
  • La nuova star di Animali fantastici Victoria Yeates sul lavoro con la sua modella JK Rowling
  • Newsletter di RadioTimes.com: ricevi le ultime notizie su TV e intrattenimento direttamente nella tua casella di posta

Ora l'autrice ha confermato una teoria su Twitter che ha scritto un passaggio in Harry Potter e il calice di fuoco per chiarire ogni confusione. Si scopre che quando Hermione ha spiegato come pronunciare il suo nome come 'Her-mi-o-ne' alla superstar del Quidditch Viktor Krum (che continuava a chiamarla Her-minny), non era solo per il suo beneficio.

Fortunatamente, con questo passaggio (e l'arrivo di Harry Potter e la pietra filosofale/la pietra filosofale nei cinema un anno dopo) i babbani di tutto il mondo hanno finalmente ottenuto il nome corretto.

Tuttavia, la maggior parte dei fan di Potter non pronuncia ancora un altro personaggio importante come fa Rowling: Lord Voldemort. Come l'autore ha precedentemente rivelato su Twitter, dice il nome del Signore Oscuro senza la 't' alla fine, lasciando un suono 'Volde-MOR' dal suono francese.

Ma finché i fan si divertono con i personaggi, non c'è bisogno di aver paura di pronunciarli. Come disse saggiamente una volta Silente: La paura di un nome aumenta la paura della cosa stessa.


Iscriviti alla newsletter gratuita di RadioTimes.com