Jilly Cooper: Penso di avere tempo solo per un altro romanzo

Libri


Jilly Cooper ha appena pubblicato il suo ultimo romanzo Mount! e sta attualmente lavorando a un nuovo libro sul calcio (chiamato, aspettalo... Tackle) ma la 79enne pensa di avere solo tempo per un altro romanzo.

Parlando con Clare Balding al Cheltenham Literature Festival, ha detto: compirò 80 anni a febbraio. Mi piacerebbe scrivere più libri, ma ho pensato che avrei fatto meglio a non eccitarmi troppo.





Oltre ad approfondire il mondo del bellissimo gioco, Cooper ha rivelato la storia che vorrebbe ancora raccontare intorno alla sua eroina Dora Belvedon. Voglio che salvi un giornale locale perché prendo molto sul serio i giornali locali: sono i guardiani della nostra moralità e scavano in posti come Stroud e Cheltenham e scoprono che accadono cose orribili.

Non succederà se i giornali locali se ne andranno perché la polizia è troppo impegnata e [i giornali locali] sono meravigliosi e mettono insieme le vite delle persone e le comunità e stanno chiudendo come un matto, è così triste. Quindi voglio che [Dora] – Rupert [Campbell Black] rilevi una squadra di football così lei seguirà la sua squadra di football.

Nella sua discussione con Balding, la scrittrice di romanzi rosa ha anche rivelato che una volta era stata aggredita sessualmente mentre era al lavoro. Sono stato aggredito dal marito del mio capo. Non è stata colpa mia, ma l'ha fatto mentre caricava un'auto. Erano le cinque del pomeriggio.

L'incidente l'ha portata a lasciare immediatamente il lavoro. non mi sono intrufolato. Ho appena detto che le pubbliche relazioni non fanno per me, quindi me ne sono andato.

Cooper ha anche respinto l'autopubblicazione come pubblicazione di vanità, una frase usata dal suo defunto marito, l'editore Leo Cooper, e si è lamentata delle lettere che riceve da scrittori che vogliono aiuto per pubblicare il proprio lavoro.



Non voglio essere cattivo, ma ogni giorno ricevo circa tre persone che mi scrivono dicendo: 'Cara Jilly, sto scrivendo un libro, mi aiuteresti a farlo pubblicare? Mi aiuterai a modificarlo? Mi troverai un agente?’ Non mi dispiace, ma penso di essere impegnato, davvero.