In che modo il film Netflix La mano di Dio si collega a Maradona?

Film

Questo concorso è ora chiuso



L'acclamato regista italiano Paolo Sorrentino è tornato con il suo film più personale fino ad oggi: il dramma semi-autobiografico The Hand of God.

Il film arriva su Netflix questa settimana dopo una breve corsa al cinema e racconta gli anni dell'adolescenza di un giovane aspirante regista di nome Fabietto, che vive a Napoli circondato da eccentrici vicini e da una famiglia allargata, fortemente ispirato dalla giovinezza di Sorrentino.





Come suggerisce il titolo, la leggenda del calcio Diego Maradona svolge un ruolo chiave negli eventi del film: continua a leggere per tutto ciò che devi sapere su come è coinvolto.

In che modo il film Netflix La mano di Dio si collega a Maradona?

Negli anni '80, Diego Maradona era considerato il miglior calciatore del pianeta, e così quando iniziarono a circolare voci sul fatto che il Napoli, squadra italiana in difficoltà, stesse per ingaggiarlo, la maggior parte dei tifosi non riusciva a crederci.

Quell'incredulità caratterizza pesantemente verso l'inizio di The Hand of God, dove l'argomento della sua potenziale firma è inevitabilmente il primo punto di discussione sollevato in quasi tutte le conversazioni di Fabietto.

Per gestire le tue preferenze email, clicca qui.

Sebbene il calciatore sia raramente in primo piano, mentre Fabietto cresce – e Maradona inaugura un'epoca d'oro per il Napoli – osserviamo come il calciatore continua a svolgere un ruolo di primo piano in città.



All'argentino è stato spesso attribuito il merito di aver contribuito a riunire i residenti di Napoli, e lo vediamo chiaramente in diversi punti, come quando Fabietto e la sua famiglia lo acclamano in un famigerato quarto di finale della Coppa del Mondo (i tifosi inglesi potrebbero voler distogliere lo sguardo ).

Ma il ruolo di Maradona nel film in realtà va un po' più in profondità del semplice essere una presenza costante sullo sfondo: la devozione di Fabietto a seguire la carriera del calciatore finisce in realtà per salvargli la vita.

Mentre guarda il Napoli giocare contro l'Empoli, una fuga di gas a casa del protagonista uccide i suoi genitori, e probabilmente sarebbe morto anche lui se non fosse stato al calcio.

Questo momento del film è tratto direttamente dalla vita di Sorrentino, e il regista stesso ha attribuito a Maradona il merito di avergli salvato la vita, riferendosi anche a lui come a una delle sue più grandi influenze.

Per me Maradona – oltre ad essere quello che è stato per tanti della mia generazione in quella città, una sorta di strana divinità – è qualcuno che è diventato quello che è diventato, nonostante tutto e tutti, ha raccontato di recente Varietà .

Nonostante il suo corpo non sia quello di un atleta; nonostante un contesto sociale di estrema povertà. Non c'è alcuna analogia diretta tra di noi in questo senso. Ma la sua perseveranza, con tutte le dovute differenze, era anche la mia perseveranza.

La mano di Dio è in streaming su Netflix da mercoledì 15 dicembre 2021. Cerchi qualcos'altro da guardare? Dai un'occhiata alla nostra Guida TV o visita il nostro Hub Film per tutte le ultime notizie e funzionalità.

Il doppio numero di TV cm Christmas di quest'anno è ora in vendita, con due settimane di elenchi TV, film e radio, recensioni, servizi e interviste con le star.