George RR Martin afferma che l'ottava stagione di GoT non è stata completamente fedele

Fantasia


L'autore di Game of Thrones George R. R. Martin ha affermato che l'ultima stagione dello show HBO non era completamente fedele ai libri – o almeno ai suoi piani delineati per gli ultimi due libri, poiché non sono ancora finiti.

bond muore

parlando con Azienda veloce , Martin ha affermato che l'adattamento dal libro allo schermo può essere traumatico a causa delle differenze creative e ha suggerito che lo spettacolo avrebbe avuto bisogno di una durata più lunga per raccontare la storia completa.





La serie [finale] è stata... non completamente fedele, ha detto. Altrimenti, dovrebbe durare altre cinque stagioni.

Martin ha anche lasciato intendere che lui e gli showrunner David Benioff e D.B. Weiss si sono scontrati su alcune questioni e che la rete ha esortato gli sceneggiatori a concedere a determinati personaggi più tempo sullo schermo per rendere felici gli spettatori.

A volte la loro visione creativa e la tua visione creativa non corrispondono, e ottieni la famosa cosa delle differenze creative - che porta a molti conflitti, ha detto.

top gear 23 streaming ita

Ottieni cose totalmente estranee come lo studio o la rete che pesano, e hanno qualcosa in particolare che non ha nulla a che fare con la storia, ma si riferisce a 'Beh, questo personaggio ha un Q Rating molto alto, quindi diamogli molte più cose per fare'.



L'ottava stagione ha ottenuto un punteggio enorme per la HBO, ma è stata accolta con critiche da parte dei fan, 1,3 milioni dei quali hanno firmato una petizione chiedendo che la stagione fosse rifatta, definendo gli scrittori dello show tristemente incompetenti quando non hanno materiale di partenza. Molti sono rimasti particolarmente sconvolti dal fatto che l'arco di sei episodi di Daenerys Targaryen (Emilia Clarke), in cui è passata da leader rivoluzionario a Mad Queen, si sia sentito affrettato.

Martin sta attualmente scrivendo gli ultimi due libri. Il sesto volume, The Winds of Winter, dovrebbe essere pubblicato nel 2020.