Non fottere con la storia vera di Cats | Come gli investigatori online hanno smascherato il killer di gatti Luke Magnotta

Vero Crimine


Netflix ha sviluppato una sorta di reputazione da killer quando si tratta di veri documentari sul crimine e l'ultimo spettacolo per catturare l'attenzione del pubblico è Don't F ** k With Cats in tre parti.

La serie racconta gli eventi che hanno portato a un orribile crimine in Canada: l'omicidio nel 2012 da parte di Luka Magnotta dello studente cinese di ingegneria informatica Lin Jun e la caccia all'uomo in tutto il mondo per Magnotta condotta da investigatori online dilettanti.





Ecco cosa devi sapere sul caso reale...

Non è F ** k with Cats una storia vera?

Assolutamente sì, anche se alcuni aspetti della storia potrebbero sembrare troppo orribili per essere reali, e alcuni inizialmente lo scambiano per un finto dramma, tutto ciò che è documentato nella serie in tre parti è vero.

Chi è Luca Magnotta?

Il nome con cui Magnotta ha acquisito notorietà non è in realtà quello con cui è nato – in origine si chiamava Eric Kirk Newman. I suoi genitori erano ancora adolescenti quando è nato nel 1982, e in seguito si sono separati, fornendo due storie molto diverse sull'infanzia di Magnotta: mentre sua madre sostiene che suo padre era violento - e persino un orgoglioso nazista - il padre stesso, che dice di essere stato affetto da schizofrenia, sostiene che qualsiasi abuso sia avvenuto per mano della famiglia della madre di Luka.

Luke è stato istruito a casa per gran parte della sua infanzia, ed è stato poi vittima di bullismo quando ha frequentato la scuola per la prima volta, portandolo infine a lasciare la scuola prima di ottenere una qualifica. In seguito ha trascorso del tempo negli ospedali psichiatrici e gli è stata diagnosticata una schizofrenia paranoide.



Nel periodo in cui ha cambiato nome - apparentemente per reinventarsi - ha lavorato come spogliarellista e attore oltre ad apparire in film porno, mentre ha inseguito senza successo il lavoro di recitazione e modellazione.

Le cose hanno preso una piega agghiacciante intorno al 2010, quando Magnotta ha iniziato a pubblicare una serie di video inquietanti in cui lo si vedeva torturare e uccidere i gatti, soffocandoli e annegandoli. È a questo punto che la serie di documentari si unisce alla storia.

  • Non scopare con i gatti su Netflix: di cosa si tratta? e quanto è inquietante?

Modifica le tue preferenze newsletter newsletter

pokemon videogiochi

Cosa succede in Don't F**k With Cats? Come finisce?

Dopo che i video sono emersi, un gruppo di utenti di Internet guidati dall'analista di dati di Las Vegas Deanna Thomson e John Green di Los Angeles, ha iniziato una ricerca per trovare Magnotta, temendo che il suo comportamento potesse aggravarsi ulteriormente e diventare ancora più violento. Ciò portò a una caccia all'uomo in tutto il mondo, poiché Magnotta sfuggì alle autorità e iniziò a commettere crimini più gravi.

È culminato nell'orribile omicidio di Lin Jun, la cui morte Magnotta ha pubblicato video online – con il filmato che mostra anche il cadavere che subisce abusi. Magnotta ha quindi inviato varie parti del corpo di Lin alle istituzioni, inclusa la sede dei due principali partiti politici del Canada.

Dopo essere fuggito in Europa, Magnotta è stato arrestato mentre leggeva notizie sui suoi crimini ed è stato condannato per l'omicidio di Lin nel 2014 e condannato all'ergastolo. Non avrà diritto alla libertà vigilata per altri 20 anni.

Don't F**k With Cats è attualmente disponibile per lo streaming su Netflix