Storia del Cecil Hotel: cosa non ti dice il documentario Netflix sugli alloggi di Los Angeles Angeles

Vero Crimine


Il nuovo documentario di Netflix Crime Scene: The Vanishing at the Cecil Hotel mira a far luce sulla misteriosa morte della studentessa canadese di 21 anni Elisa Lam.

Il 19 febbraio 2013, il corpo di Elisa è stato trovato in una cisterna d'acqua in cima all'hotel di Los Angeles, settimane dopo la sua scomparsa il 1 febbraio.





Tuttavia, la morte di Elisa non è il primo e unico evento misterioso al Cecil Hotel, con l'hotel noto per la sua lunga e triste storia di omicidi, suicidi ed eventi inspiegabili.

il bianco è un colore

Coloro che hanno visto Netflix Stalker notturno potrebbe aver già notato che Richard Ramirez è rimasto lì durante la sua follia omicida, e nella scena iniziale di Scena del crimine, viene mostrata un'immagine di Ramirez.

Ci sono stati anche molti altri incidenti nell'hotel di cui il documentario non parla.

Ecco tutto ciò che devi sapere sull'hotel presente nella serie Netflix, inclusi tutti gli incidenti che si sono verificati qui o nelle vicinanze, i serial killer che hanno soggiornato lì e se è ancora aperto oggi.

Modifica le tue preferenze per la newsletter



Dov'è Cecil Hotel?

Netflix

Il Cecil Hotel è stato costruito negli anni '20 da Robert H. Schops nel centro di Los Angeles.

Con 700 camere, una hall in marmo, palme e vetrate colorate, l'hotel è stato costruito con grande ambizione, tuttavia, cinque anni dopo, quando è iniziata la Grande Depressione, le cose hanno preso una piega diversa e l'hotel ha iniziato a essere conosciuto come luogo di incontro per prostitute e criminali.

Nel 2011, l'hotel è stato ribattezzato Stay on Main hotel. Quattro anni dopo, nel 2015, è stato ritrovato il corpo di un uomo che sarebbe morto suicida.

Meraviglia Natascia

Il Cecil Hotel è stato ribattezzato Stay on Main hotel

Il Cecil Hotel è ancora aperto? Puoi restare lì?

La risposta a entrambe queste domande è no.

Nel 2016, è stato annunciato che l'hotel avrebbe avuto una ristrutturazione di $ 100 milioni, anche se non ci sono stati aggiornamenti su quando o se ci sarà una riapertura. È stato riferito che lo spazio viene trasformato in appartamenti.

Si dice che l'hotel sia l'ispirazione per la quinta stagione di American Horror Story: Hotel.

La storia di Cecil Hotel: cosa non ti dice il documento di Netflix

La morte di Elisa Lam

La più recente delle morti misteriose avvenute al Cecil Hotel è la scomparsa e poi la morte della studentessa 21enne Elisa Lam, che è al centro della nuova docuserie di Netflix.

Tre settimane dopo la sua scomparsa, Elisa Lam è stata trovata morta in una cisterna d'acqua sul tetto dell'hotel.

Un video della CCTV di Elisa poco prima della sua scomparsa è diventato virale sui social media. Il video di Elisa Lam è stato condiviso dalla polizia nella speranza di raccogliere prove.

Ci sono varie teorie su Elisa Lam che circondano il misterioso caso e, nel giugno 2013, i funzionari hanno affermato che era morta per annegamento accidentale.

Getty Images

Il Night Stalker Richard Ramirez ha soggiornato al Cecil Hotel

Richard Ramirez – alias The Night Stalker – è noto per aver soggiornato in hotel durante la sua follia omicida.

Viveva in una stanza all'ultimo piano dell'hotel e pagava $ 14 (£ 10,12) a notte per stare lì.

migliori difensori fifa 22

Secondo i rapporti, Ramirez avrebbe gettato i suoi vestiti insanguinati nel cassonetto dell'hotel, per poi entrare nella hall nudo o solo in mutande.

Getty Images

Ci sono stati una serie di incidenti misteriosi

Il primo suicidio noto ebbe luogo nell'hotel nel 1931. Un uomo di nome W.K. Norton di Manhattan fu scoperto morto nella sua stanza dopo aver ingerito capsule di veleno.

Aveva fatto il check-in in albergo una settimana prima sotto il nome di James Willys.

Una cosa che è stata notata su molti dei suicidi avvenuti nell'hotel è che le persone si registrano sotto falso nome. Molti ospiti che sono morti in questo modo sono stati non identificabili dopo la loro morte, alcuni ancora sconosciuti oggi.

Il caso di Dorothy Jean Purcell

Nel 1944, la diciannovenne Dorothy Jean Purcell fece il check-in in hotel con il suo ragazzo di 38 anni Ben Levine. Secondo i rapporti, Dorothy non sapeva di essere incinta e una sera, quando è andata in bagno, ha dato alla luce un bambino.

Credendo che il suo bambino fosse morto, Dorothy ha poi gettato il neonato fuori dalla finestra. Fu arrestata per omicidio e al suo processo fu giudicata colpevole per infermità mentale.

Il suicidio di Pauline Otton ha portato a una seconda morte

Uno dei suicidi più famigerati è quello di Pauline Otton in quanto ha portato alla morte di un passante. Nel 1962, Pauline saltò da una finestra a seguito di una discussione con suo marito.

È atterrata su un uomo di 65 anni di nome George Gianinni, che è capitato di passare in quel momento.

Inizialmente si pensava che il duo avesse saltato insieme, tuttavia, le prove hanno concluso che George aveva le mani in tasca e le scarpe, quindi Pauline deve essere atterrata su di lui.

Elizabeth Short – L'omicidio della dalia nera

Getty Images

L'omicidio irrisolto di Elizabeth Short è il primo omicidio noto associato al Cecil Hotel.

Nel 1947, il suo corpo fu scoperto in due pezzi in un parco vicino all'alloggio.

La sua morte rimane irrisolta fino ad oggi, anche se ci sono stati molti sospetti e persone che hanno affermato di averla uccisa.

Luca Evans Gaston

A Elizabeth è stato dato il soprannome di Black Dahlia dai media poiché si continua a parlare della sua morte e del suo omicidio, in particolare nella cultura pop. Di recente, è stato fatto riferimento in un episodio di storia dell'orrore americana .

L'omicidio del piccione Goldie Osgood

Questo era un altro omicidio irrisolto che avrebbe avuto luogo al Cecil Hotel. Nel 1964 Pigeon Goldie Osgood - un residente locale - fu scoperto morto nella sua stanza.

Un uomo di nome Jacques B. Ehlinger è stato arrestato per il suo omicidio perché è stato visto nella zona dopo aver indossato abiti insanguinati, tuttavia è stato successivamente rilasciato e non accusato del suo omicidio.

Getty Images

Anche Jack Unterweger (serial killer) ha soggiornato al Cecil Hotel

Il Cecil Hotel divenne in seguito la residenza di un altro serial killer, questa volta il killer austriaco Jack Unterweger che uccise tra le 12 e le 15 persone.

Fu condannato all'ergastolo nel 1976 per aver ucciso una ragazza di 18 anni. Tuttavia, una petizione del 1985 iniziò a farlo graziare, e alla fine fu rilasciato nel 1990.

Un anno dopo, soggiornò al Cecil Hotel che si dice abbia scelto per il suo legame con Ramirez.

La polizia ha scoperto che Unterweger aveva ucciso otto donne in Europa, tutte uccise con i propri reggiseni.

Alla fine Unterweger fu catturato e accusato di 11 omicidi, inclusi i tre avvenuti a Los Angeles.

La notte in cui è stato condannato, Unterweger è morto suicida.

Crime Scene: The Vanishing at the Cecil Hotel è disponibile per lo streaming su Netflix. Cerchi qualcos'altro da guardare? Consulta la nostra guida TV.