Le star di Cagney e Lacey Sharon Gless e Tyne Daly ricordano il loro dramma poliziesco di successo degli anni '80

Dramma


I British Soap Awards di stasera vedono le icone della TV Sharon Gless e Tyne Daly salire sul palco per presentare il premio per il miglior sapone. Qui presentiamo un'intervista d'archivio di Radio Times del 2011 in cui la coppia ricorda lo show di successo Cagney e Lacey, che li ha portati alla celebrità negli anni '80.

Il sudore cementa una buona amicizia, dice Tyne Daly della sua relazione con Sharon Gless. La frase viene da sua madre, ma Daly ammette che è una descrizione perfetta del legame che esiste tra le due attrici, che hanno sudato sullo schermo per sei anni nei panni di Christine Cagney e Mary Beth Lacey nell'innovativo dramma poliziesco statunitense degli anni '80.





Prima di Cagney e Lacey, non seguivamo gli ufficiali a casa per scoprire cosa facevano quando si toglievano i distintivi e svuotavano le armi, aggiunge Daly. Quindi l'idea che queste donne avessero una vita anche al di fuori del lavoro era davvero interessante da interpretare.

È stato grazie a noi che a spettacoli successivi come NYPD Blue è stato permesso di esistere, dice Sharon Gless. Era fondamentalmente Cagney e Lacey con due uomini in quanto presentava protagonisti maschili che parlavano dei loro sentimenti. NYPD Blue è stato un grande spettacolo, ma ho sempre pensato che lo facessimo meglio. Siamo stati il ​​primo dramma poliziesco ad avere personaggi principali che potevano essere vulnerabili.

inizi traballanti

michael e stacey matrimonio a prima vista

Cagney e Lacey possono ora essere considerati genuinamente originali ma, al momento della sua nascita, le reti americane sentivano il rischio di mettere due attrici al centro della scena in un dramma.

Getty



Dice Daly: Era sempre OK avere donne nelle commedie. Nella forma di mezz'ora, otterresti I Love Lucy o The Mary Tyler Moore Show, in cui una piccola situazione verrebbe impostata e risolta in 30 minuti. Ma per un'ora di televisione drammatica, non si fidavano abbastanza che potessimo essere abbastanza interessanti. Penso che alla fine siamo riusciti a dimostrare che erano sconsiderati su quell'idea.

Nell'ottobre 1981, un film TV una tantum andò in onda sulla CBS con Daly e l'attrice M*A*S*H Loretta Swit. Quando la produzione è stata ritirata per una serie, Swit si è rivelata incapace di riprendere il ruolo di Cagney a causa degli impegni nella commedia ambientata nella Guerra di Corea e Meg Foster è stata arruolata per sostituirla.

È stata una scelta di casting che si sarebbe rivelata impopolare tra i dirigenti: non abbastanza femminile, ha detto un vestito della CBS senza nome alla rivista TV Guide. Foster è stato estromesso dopo soli tre episodi di trasmissione.

Sentivo che stavamo cominciando a prendere il nostro ritmo, dice Daly. Mi piaceva Meg e pensavo che avessimo lavorato bene insieme, ma ci sono state delle obiezioni dall'alto. È stato doloroso ripetere quel processo di casting perché era stato già abbastanza difficile trovare Meg.

A quanto pare, il produttore Barney Rosenzweig aveva in mente una certa attrice di nome Sharon Gless fin dall'inizio ed era determinato a farne la sua Christine Cagney.

Getty

wrath of man dove vederlo

Me l'aveva offerto due volte prima, rivela Gless. Ma gli attori non sono sempre i migliori giudici del materiale e ho rifiutato. Quando è arrivato per la terza volta, Barney ha scoperto che la sitcom in cui ero – House Calls – era stata tagliata.

Ha chiamato il mio agente, Monique James, e ha detto: 'Ti chiamo per la terza volta per chiederti di lasciare che Sharon Gless interpreti Cagney'. E lei ha detto: 'Te l'ho detto, Barney, caro, Sharon è in una serie'. E lui ha detto: 'Vuoi scommettere che è in una serie? È appena stata cancellata!

Dopo alcune lusinghe da parte di Daly (mi ha comprato palloncini e champagne per convincermi a recitare la parte. Ehi, sono facile), Gless è salito a bordo, anche se aveva delle riserve sulle tattiche impiegate da Rosenzweig:

Ho detto a Monique che non mi piaceva il ragazzo con la barba. Pensavo fosse arrogante. Dieci anni dopo, l'ho sposato.

Solida amicizia

Nel 1982, tuttavia, il matrimonio con Rosenzweig era l'ultima cosa nella mente di Gless. Dopo aver firmato per interpretare la vivace Christine Cagney, l'attrice ha dovuto seguire un corso di armi da fuoco presso l'accademia di polizia, un'esperienza che ha trovato terrificante.

odio le pistole. All'inizio sparavo a salve e poi l'hanno caricato con proiettili veri. Volevano farmi sentire il calcio che si ottiene dall'avere munizioni vere nella camera, ma ho iniziato a piangere. E dovrei essere io a giocare a ballbuster. Nella serie, Tyne portava la sua pistola nella borsa, ma ho rifiutato. Quindi, per dare l'impressione del peso, nella mia borsa c'erano sempre due lattine di succo di pomodoro.

Getty

Per Tyne Daly, che all'epoca aveva due figlie e una terza nata nel 1985, le pressioni di recitare in un dramma in prima serata erano di natura diversa: mi fermavo al mercato di mezzanotte mentre tornavo a casa e andavo a ritirare il bucato sulla strada per il lavoro. Stavo cercando di essere una mamma e passare del tempo con i miei figli e fare appuntamenti con mio marito. Ma il dramma di un'ora è un divoratore di vita, lo è davvero. Quindi ci vuole molta energia, ma eravamo giovani e sani e siamo stati ispirati a far valere questa rara opportunità.

Questi sforzi sono stati premiati con Daly che si è aggiudicato gli Emmy per tre anni consecutivi come attrice protagonista eccezionale in una serie drammatica. Un record invidiabile, certo, ma la co-protagonista Gless era privatamente preoccupata di essere trascurata?

Ogni anno, Barney Rosenzweig entrava nella mia roulotte e diceva: 'Mi preoccupo per te, non vincerai mai'. Le bionde vincono sempre e solo nella commedia.' E ho detto: 'Non mi interessa. Lo farò.' E poi nel quarto e quinto anno ho vinto. Nell'ultima stagione dello spettacolo, è tornato a Tyne. Ma in tutti gli anni in cui siamo stati in onda, nessun altro ha vinto l'Emmy in quella categoria di attrice protagonista.

Anche se erano in lizza per gli stessi premi, sembra che ci fosse poca rivalità tra Gless e Daly, nonostante il primo fosse stato originariamente introdotto per sostenere quella che era percepita come un'impresa fallimentare.

Tyne mi ha accolto a braccia aperte, dice Gless. È grazie alla sua generosità che tutto ha funzionato. Mi ha trattato con il massimo rispetto.

L'arte della recitazione consiste nel presentare bene, commenta Daly. Fai il lancio e speri che l'altra persona prenda la palla e ti lanci di nuovo. Inoltre c'è quella cosa chiamata chimica e abbiamo sicuramente avuto un buon clic. È stato un lavoro divertente, eccitante, prolisso, ma all'interno abbiamo fatto molte risate, che è ciò che fa passare le persone attraverso 15 ore al giorno.

Il rapporto tra i due attori tradotto sullo schermo e gli spettatori su entrambe le sponde dell'Atlantico ha portato a questi due personaggi completamente diversi ma ben assortiti: Christine, la ragazza dei quartieri alti con l'ambizione di portare avanti la sua carriera, e Mary Beth, che stava portando a casa un secondo salario vitale per mantenere la sua famiglia. Ma come si sono sentiti Gless e Daly nei confronti dei protagonisti che hanno interpretato?

Secondo me, Christine Cagney è uno dei personaggi più meravigliosi e complicati mai scritti per la televisione, dice Gless. Era totalmente coinvolta nel suo lavoro, sbagliava, beveva eppure voleva essere la prima donna commissario di polizia. La cosa affascinante di lei e Lacey era che non erano migliori amiche - per esempio non andavano a casa l'una dell'altra - ma le loro vite dipendevano l'una dall'altra. Tyne avrebbe sempre scelto di interpretare Lacey, però.

Getty

mangiare fare una tv il tuo minecraft

Sì, assolutamente, il suo co-protagonista è d'accordo. Per me, Mary Beth aveva fattori complicati nella sua vita che erano importanti. Doveva lavorare. Non lo faceva per capriccio. Se guardi indietro a quel tempo, molte donne nella cultura occidentale erano giocoliere ma erano considerate auto-indulgenti. Sai, lasciare il lavoro a casa per fare un'attività collaterale. Ho pensato che fosse un buon servizio mostrare che alcuni di noi non hanno scelta. I Lacey avevano bisogno di quello stipendio extra.

Da New York al West End

Cagney and Lacey terminò la sua corsa il 16 maggio 1988. Nel corso dei suoi 125 episodi, c'era stato un ulteriore tentativo di cancellazione (cancellato grazie a una campagna di lettere orchestrata da Rosenzweig), ma quando il fascicolo si chiuse, Gless e Daly erano diventati due dei volti più riconoscibili del piccolo schermo.

Sono seguiti altri ruoli di alto profilo, con Daly che ha ricevuto un Tony Award per la sua interpretazione teatrale in Gypsy, mentre Gless ha ricevuto ulteriori nomination agli Emmy per Nip/Tuck e Burn Notice. A metà degli anni '90, c'è stato anche il tempo per la coppia di collaborare di nuovo in quattro film TV di Cagney e Lacey, soprannominati affettuosamente 'The Menopause Years'.

Avanti veloce al 2011 e la commedia di Sharon Gless A Round-Heeled Woman sta per essere trasferita dai Riverside Studios all'Aldwych Theatre. Per coincidenza, Tyne Daly sarà anche protagonista a Londra questo inverno quando prenderà il suo turno a Broadway come Maria Callas in Master Class al Vaudeville Theatre.

La possibilità di vedere Cagney seguito da Lacey nel West End è un piacere raro per gli spettatori, ma anche per i due ex colleghi, i cui impegni non consentono molto tempo di recupero.

Non è che di solito abbiamo tempo per sederci nelle cucine l'uno dell'altro e prendere un caffè, ammette Daly. Ma ci teniamo in contatto su tutte le cose importanti. Seguiamo il lavoro degli altri e ci chiamiamo ogni tanto nel cuore della notte e ridiamo e graffiamo e diciamo 'come stai?' Non succede sempre con quelli con cui hai lavorato, tu sapere. A volte dici addio e questa è la fine. Quindi considero molto fortunato aver ottenuto l'amicizia della signora Gless da questo.

E che dire della relazione di Sharon Gless con il produttore che una volta etichettava come arrogante e che in seguito sarebbe diventato suo marito? La sua opinione si è ammorbidita nel corso degli anni?

Sto girando la mia decima serie per la televisione americana e la verità è che fino ad oggi non ho mai trovato un produttore migliore di Barney Rosenzweig. È così bello che lo stiano onorando al BFI insieme a Tyne e io. Era un femminista e ci ha dato il materiale. A quel tempo, nessuno scriveva per le donne. Senza di lui non ci sarebbero stati Cagney e Lacey.