Recensione di Black Widow: divertente, ma non un classico freddo come una pietra

Film


3,0 su 5 stelle

Anche prima della pandemia, Vedova Nera potrebbe essere sembrato un ritorno al passato. Un film solista basato su un personaggio che probabilmente avrebbe dovuto avere il suo film 10 anni fa, ambientato 5-10 anni fa nella linea temporale del Marvel Cinematic Universe (a seconda di come si conta) e che racconta una storia sorprendentemente legata a il film degli Avengers del 2012?

È quasi come scoprire un film della Fase Due del 2016 in TV che in qualche modo ti sei perso in quel momento. Aggiungete a ciò il ritardo di circa 15 mesi prima che il film arrivi effettivamente nei cinema, e i fan di Black Widow hanno resistito per questo film per un lungo tempo. Quindi è valsa la pena aspettare?





sarà grazia netflix

Bene, la risposta dipende davvero dalla tua prospettiva. Se stai cercando un film Marvel per reinventare la ruota o alzare la posta in modo creativo, il film della regista Cate Shortland potrebbe non valere i lunghi mesi di attesa, ma se stai cercando un Marvel-incontra-Jason-Bourne relativamente divertente Avventura (completa di chimica e controllo mentale! Ricordi la chimica?) con molti momenti di risate, è improbabile che tu rimanga deluso.

Per gestire le tue preferenze email, clicca qui.

Tuttavia, prima di rimanere bloccato, potrebbe essere necessario consultare una timeline Marvel (o riguardare tutte le Film Marvel in ordine ). Ambientato dopo gli eventi di Captain America: Civil War ma prima di Avengers: Infinity War (puoi rintracciarlo più o meno dai tagli di capelli) il film trova Natasha (Scarlett Johansson) in fuga, nascosta in un camper e recitando il dialogo a Moonraker, a quanto pare una volta un film che ha studiato per mimetizzarsi con gli americani.

Sfumature di WandaVision ci deve essere una coincidenza (anche se vale la pena notare che lo sceneggiatore capo della serie Jac Shaeffer ha aiutato a scrivere Black Widow) – e in ogni caso, non passa molto tempo prima che gli Accordi di Sokovia siano l'ultima delle preoccupazioni di Natasha mentre è legata a una missione disperata per distruggi la Red Room che ha creato lei e gli altri assassini della vedova.

Ancora una volta, un manuale potrebbe essere utile in questa fase se non riesci a ricordare quale dei retroscena di Natasha è stato rivelato nei film precedenti. Detto questo, Black Widow riempie ancora più lacune, aprendosi con un lungo flashback degli anni '90 che vede la falsa famiglia deep cover di cui faceva parte con altre tre spie.



La più significativa di questo trio è Yelena di Florence Pugh, una vedova più giovane recentemente uscita dal programma e determinata a salvare le giovani donne ancora intrappolate al suo interno. A sua volta impertinente, mortale e teneramente ingenuo, è facilmente la performance di spicco del film – e se Pugh continuerà nell'MCU, come suggerisce il film, sarà una grande aggiunta continua.

daario naharis morte

David Harbour in Vedova Nera (2021)

Disney

Tuttavia, non è l'unica nel seguito di Natasha per cui vale la pena sintonizzarsi. Dopo una stagione di battaglie contro i russi da cartone animato in Cose più strane , David Harbour decide di provare le cose da un'altra prospettiva, interpretando l'ex spia e super-soldato Alexi (alias Red Guardian, il Capitan America russo), che una volta faceva da padre a entrambe le ragazze e ora languisce in una prigione russa sperando in sporadici posta del tifoso.

Ridicolo, violento e incredibilmente stereotipato – in generale, la rappresentazione dei russi in questo film non è la più sofisticata – è comunque un divertimento fantastico, e un ottimo abbinamento con Rachel Weisz nei panni della madre Melina, leggermente fredda e meno conoscibile della famiglia.

Insieme questi quattro formano una sorta di unità familiare, fornendo la maggior parte dell'umorismo del film (soprattutto Pugh, che ha una grande abitudine di prendere in giro le abitudini da supereroe della sorella maggiore) e il suo cuore, anche se a volte sembra che non abbiamo visto abbastanza della loro dinamica per apprezzare appieno i battiti emotivi.

Ad affrontarli c'è una banda di cattivi leggermente sottoutilizzata, tra cui il tanto preso in giro Taskmaster (un cattivo con la capacità di rispecchiare le mosse di combattimento, non un Greg Davies superpotente) e il capo della vedova di Ray Winstone Dreykov. Stranamente a lato (e non malvagio, più neutrale) c'è la star di The Handmaid's Tale O-T Fagbenle, che sembra esistere principalmente per fornire a Natasha vari veicoli aerei e appare solo in tre scene. Nonostante ciò, ottiene ancora un poster del personaggio accanto alle stelle principali, facendo ancora meno per guadagnarlo rispetto al gatto in Captain Marvel – è molto strano e non è del tutto chiaro perché sia ​​nel film alla fine.

Taskmaster in Vedova Nera (2021)

fate ordine di visione
Disney

E la sua caratterizzazione non è l'unica strana scelta in Black Widow. Nonostante sia il solito festival di battute Marvel, il film si allontana anche in alcuni territori leggermente oscuri che alcuni membri del pubblico potrebbero trovare sconvolgenti, che a volte stonano insieme alle battute e agli ampi accenti russi.

Nel frattempo, sul fronte dell'azione è difficile criticare il film a livello tecnico - una lotta frenetica tra Pugh e Johansson all'inizio dà il tono, e lo spettacolo aumenta solo mentre il film continua - ma c'è anche poca immaginazione e verve visto in film come Bond, Mission: Impossible o Jason Bourne, che grazie alle abilità più radicate degli eroi in Black Widow (nessun Thunder Gods qui) deve essere il confronto.

Nel complesso Black Widow è un film divertente e abbastanza diverso da qualsiasi altra cosa nel MCU in termini di stile e storia. Se hai desiderato ardentemente l'esperienza Marvel sul grande schermo, sicuramente spunta quelle scatole (anche se la posta in gioco più bassa richiede un po' di tempo per abituarsi dopo le vette di Avengers: Endgame), e probabilmente lascerai il cinema con Florence Pugh come il tuo nuovo supereroe preferito.

Ma con alcuni ritmi strani, una caratterizzazione sottile e opportunità mancate, non è un classico freddo come una pietra. Forse se fosse uscito nel 2011, o addirittura nel 2016, ma oggi, nel mondo strano e in espansione della Marvel, Black Widow scivola semplicemente al centro del branco.

Black Widow esce nei cinema del Regno Unito mercoledì 7 luglio ed è disponibile su Accesso Premier a Disney Plus venerdì 9 luglio. Voglio di più? Dai un'occhiata alla nostra pagina dedicata alla fantascienza o alla nostra guida TV completa.