Recensione The Beatles: Get Back – Una strada lunga e tortuosa che ti fa sentire il quinto Beatle

Documentari

Questo concorso è ora chiuso



4,0 su 5 stelle

L'aspra fine dei Beatles è una delle aree più documentate della storia del rock 'n roll con libri, articoli e documentari infiniti dedicati ai Fab Four alla fine degli anni '60. La narrativa tradizionale è che il legame che un tempo aveva unito i ragazzi di Liverpool per diventare la più grande band del mondo aveva iniziato a logorarsi, e in effetti durante questo periodo era diventato così danneggiato che era inevitabile lo scioglimento della band.

Questo ritratto dei tempi difficili nel gruppo è stato catturato dall'uscita del film Let It Be di Michael Lindsay-Hogg del 1970, che raccontava attraverso filmati straordinari la realizzazione dell'album omonimo della band e include il video del famoso concerto finale in cima all'Apple Building di Londra.





Quindi è forse una sorpresa quando guardi Peter Jackson's I Beatles: Torna indietro , che è composto da filmati della stessa sessione e include modifiche da oltre 50 ore di film inediti della band mentre si preparano per uno spettacolo dal vivo e per registrare un nuovo album. Sebbene questa epica in tre parti di un documentario includa tensione e attrito, un inseparabile John e Yoko, uscite e litigi che ci aspetteremmo dall'epoca, la sensazione sottostante è quella di un gruppo di giovani uomini e amici che fanno quello che fanno migliore: fare musica.

la teoria del big bang in streaming eurostreaming

Peter Jackson, l'uomo che ha filmato l'infilmabile portando in vita Il Signore degli Anelli sugli schermi cinematografici e più recentemente ha portato i soldati della prima guerra mondiale nei nostri salotti in technicolor con l'incredibile film del 2018 They Shall Not Grow Old, ha lavorato di nuovo la sua magia – non solo documentando un periodo nel tempo, ma immergendo lo spettatore nell'era.

Paul McCartney, Ringo Starr, George Harrison e John Lennon in The Beatles: Get Back

Apple Corps Ltd

Non hai mai visto i Beatles così. Questo film ti fa sentire come se fossi nella stanza con la band 50 anni fa, come era allora: sono ventenni che fumano sigarette, bevono vino, fanno battute, imprecano, discutono del loro futuro e fanno chiacchiere. Come spettatore non sei sicuro se sentirti come se ti stessi intromettendo in conversazioni a cui forse non dovresti essere partecipe, o se per qualche magia sei diventato il quinto Beatle. Questa sensazione di 'esserci' è amplificata dal ritmo dei procedimenti, che può essere descritto solo come una strada lunga e tortuosa.

Sebbene ci sia un obiettivo generale per fare un album e fare uno spettacolo, i lunghi periodi del film implicano semplicemente stare in giro con la band mentre chiacchierano a lungo e provano idee musicali ancora e ancora. La maggior parte dei grandi fan della band lo troverà un'affascinante visione delle relazioni tra i quattro, con intuizioni musicali nerd sulle basi di molte delle canzoni che sono finite nell'album, e alcune che non lo sono state e sono diventate dei classici per i membri come artisti solisti dal 1970 in poi. Tuttavia, per uno spettatore occasionale, a volte questa 'aria' nella stanza potrebbe essere troppa per tenerli intrappolati, quindi preparati.



Questi film dipingono un ritratto del gruppo pronto a passare a una nuova fase del loro sviluppo, guidato da un entusiasta Paul McCartney a volte frustrato dall'apparente apatia dei suoi compagni di band. Questa era la loro occasione per fare qualcosa di speciale, tornare ai loro percorsi di suonare insieme dal vivo, ma cosa fosse e come si sarebbe manifestato è qualcosa su cui lottano per essere d'accordo. Come ci dice la storia, questi furono gli inizi della fine dei Beatles, e ciò che è così significativo di questo film e del modo in cui ti attira è quanto fossero giovani i membri, avendo già ottenuto così tanto.

Avevano conquistato il mondo, cambiato il volto della musica, avevano quasi raggiunto la doppia cifra negli album di successo in studio... e il più anziano del loro gruppo non aveva ancora compiuto 30 anni. Non c'è da meravigliarsi se sentivano la pressione e le loro relazioni erano tese, ma cosa succede così chiaramente è che insieme avevano ancora qualcosa di molto speciale. Non solo una comprensione musicale reciproca che, come vediamo, potrebbe trasformarsi dai più vaghi borbottii di una melodia a un vero e proprio successo, ma una connessione che era stata forgiata tra le uniche quattro persone che potevano sapere com'era vivere attraverso la Beatlemania.

Per gestire le tue preferenze email, clicca qui.

Culminando ancora una volta nel famoso concerto dal vivo sul tetto del quartier generale di Apple Corps insieme a Billy Preston mentre la polizia metropolitana tenta di chiudere lo spettacolo, dopo più di sette ore gli spettatori vengono lasciati con una visione più positiva del gennaio 1969 nella storia del gruppo musicale. No, non l'hanno fatto in modo del tutto armonioso, e non era necessariamente come era stato immaginato quando si erano seduti per la prima volta ai Twickenham Studios poche settimane prima, ma mentre la loro musica fluttuava attraverso Savile Row e le strade circostanti di Londra il 30 A gennaio erano riusciti, anche se alla fine non sarebbe durato, a tornare al luogo a cui appartenevano.

I Beatles: Torna indietro in anteprima su Disney Plus il 25, 26 e 27 novembre.

barcellona liverpool tv

Cerchi qualcos'altro da guardare? Consulta la nostra guida TV.