Ann Dowd e Reed Birney raccontano un'esperienza unica durante le riprese di Mass e il futuro di The Handmaid's Tale

Film

Sono le 14 di un lunedì pomeriggio di ottobre quando aspetto in una sala riunioni Zoom Ann Dowd e Reed Birney, le star del film drammatico di Fran Kranz Mass. Birney, un attore vincitore di un Tony Award, noto soprattutto per la sua vasta carriera teatrale e ruoli in House of Cards, The Blacklist e Morning Glory, è il primo ad arrivare.



Mentre Dowd è a Londra, per parlare alla stampa prima della premiere del film al British Film Institute, Birney sta girando un video da Savannah, in Georgia, dove sta girando The Menu, una commedia dark con Rafe Fiennes e Anya Taylor Joy. «È molto Agatha Christie, sono Ten Little Indians.

'Finora, siamo stati in molti a stare seduti a un tavolo e il nome del mio personaggio è Richard, quindi è lo stesso di Mass. È Richard seduto a un tavolo', dice, appena prima che Dowd si unisse alla chiamata.





Anche se non so molto del personaggio di Birney in The Menu, sarei sorpreso se Quello Richard era qualcosa di simile al Richard che incontriamo a Messa: uno spettacolo crudo e intenso in cui i genitori di un killer a scuola si incontrano con i genitori di una delle sue vittime.

Birney e Dowd, la star di The Handmaid's Tale, The Leftovers e una varietà di altri titoli acclamati dalla critica, interpretano Richard e Linda, una coppia separata il cui figlio ha portato una pistola nella sua scuola e ha aperto il fuoco sui suoi compagni di classe prima di accendere la pistola stesso sei anni prima. Come parte di un programma sperimentale, Richard e Linda si incontrano nel seminterrato di una chiesa locale con Jay (Jason Isaacs) e Gail (Martha Plimpton), il cui figlio è stato ucciso dai loro, per parlare dei loro figli e riflettere collettivamente sulla tragedia.

Per Dowd, è stata la sceneggiatura emotivamente carica di Kranz ad attirarla nel progetto. 'La bellezza dei personaggi e della storia', continua. 'L'opportunità di entrare in un mondo inimmaginabile, di essere tra questo cast.'

Ann Dowd, Reed Birney, Jason Isaacs e Martha Plimpton in messa

Ann Dowd, Reed Birney, Jason Isaacs e Martha Plimpton in messa

'Onestamente tutto era da sogno', aggiunge Birney. 'Come inizieresti a creare una conversazione che sembra così reale e naturale, dato l'argomento. È stata una parte fantastica. Per quanto raccapricciante e orribile sia questa situazione, è stato elettrizzante come attore interpretare qualcosa che, come dice Annie, è inimmaginabile. È quasi come se ci chiedessero di fare un film su un viaggio sulla luna che era così fuori dal comune.'



Per prepararsi al ruolo, Birney ha letto un saggio scritto dal padre di Adam Lanza, il ventenne dietro le riprese della Sandy Hook Elementary School nel 2012, ma tutto il resto era nella sceneggiatura. 'Le circostanze erano così complicate e così ricche che come attore è stata una sfida suprema, onestamente, ma emozionante da fare'.

'È un processo misterioso, vero?' Dowd aggiunge. «Quello che avevamo stabilito nei due giorni e mezzo di prove era una fiducia molto profonda e un'apertura reciproca che è essenziale e non sempre presente. Ma ci siamo sentiti a nostro agio e ci siamo fidati l'uno dell'altro molto rapidamente. Il testo era completo e chiaro, e profondamente ponderato, niente di imprudente. È stata un'esperienza straordinaria.'

Nonostante la trama sconvolgente del film, Birney afferma che le riprese sono state 'gioiose', con nessuna delle star che ha adottato uno stile metodo di recitazione al di fuori delle scene.

'Ci ridevamo a crepapelle tra una ripresa e l'altra e uscivamo a cena. non essere irrispettoso per l'argomento, ma fare in modo che sia davvero una liberazione dall'intensità e dal focus del lavoro', dice. 'Nessuno era qualcuno che diceva: 'Devi chiamarmi sempre con il nome del mio personaggio.' Non c'era niente di tutto questo. Tutti si sono tuffati dentro e hanno lasciato che accadesse e quindi era raro.'

'A ciascuno il suo', dice Ann. 'Siamo stati solo fortunati a farlo da molto tempo. Reed penso che reciti da 70 anni, vero Reed?', a cui risponde: '470 anni.'

Mentre la relazione tra Linda e Richard nel film è incredibilmente gelida ma sottolineata da un insondabile peso di dolore condiviso, quella di Dowd e Birney non potrebbe essere più diversa, con la coppia che si mette affettuosamente al passo e scherza. Prima delle riprese del film, che si è svolto nell'arco di otto giorni nell'Idaho, le due star non hanno discusso tra loro di come il matrimonio dei loro personaggi si sia sciolto e perché esattamente sia successo.

Ann Dowd e Reed Birney in messa

Ann Dowd e Reed Birney in messa

'Sapevamo entrambi che non avrebbe funzionato a causa dell'evento. Quasi come Richard e Linda in un modo divertente, credo”, dice Reed. «Incapace di parlare di quello che è successo al matrimonio. È proprio come, è finita, me ne vado, ciao.'

'Io e Reed ci parlavamo a malapena', scherza Dowd. 'Penso di dover dire che è la persona più divertente che abbia mai incontrato su un set in vita mia'.

La messa si svolge quasi esclusivamente nel seminterrato illuminato della chiesa mentre le due coppie trascorrono quasi l'intero film parlando dei loro figli, conversazioni rese a volte ancora più a disagio grazie all'uso di riprese incredibilmente lunghe da parte di Kranz.

'Non ricordiamo davvero dove fosse la telecamera, era una stanza molto riservata. Fran non era con noi nella stanza, era fuori dalla stanza ed è entrato quando aveva un biglietto da dare', dice Dowd, con Birney che aggiunge: 'È stato molto intenso come puoi immaginare perché avremmo fatto questi 20 minuti riprende e poi tagliamo e dovremo cambiare l'angolazione e fare altri 20 minuti di ripresa della stessa cosa.

'Era molto concentrato ed era quasi come se fossimo scienziati che lavorano su qualcosa. Come attore, non ho mai avuto un'esperienza come questa onestamente.'

Mentre Birney è stata in grado di guardare il prodotto finito, Dowd ammette che non era ancora pronta per visitarlo. 'È solo più che l'esperienza stessa è stata molto profonda e la connessione con il personaggio è stata solo: non ho mai avuto una cosa del genere in quel momento per quel periodo di tempo. Ogni volta che provo a pensare di guardare, mi si allontana e voglio lasciare l'esperienza al suo posto. Chissà cosa accadrà in futuro e Reed continua a punirmi per non averlo guardato.'

'Voglio che lo veda perché ne sono così orgoglioso', aggiunge Birney. 'L'ho visto parecchie volte e non l'ho mai visto con un pubblico che non vedo l'ora di fare. Qualcosa di questo particolare progetto che non trovo difficile da guardare. A volte mi piace, a volte non mi piace quello che sto facendo o il modo in cui vengo filmato, ma di questo sono così orgoglioso.'

La messa si è rivelata solo l'inizio del rapporto di lavoro tra Birney e Dowd, con l'attore teatrale che ha ottenuto un ruolo in The Handmaid's Tale poco dopo la fine delle riprese. La maggior parte dei fan conoscerà Dowd come la terrificante zia Lydia, la brutale custode delle Ancelle e preside quando si tratta della loro rieducazione sessuale, un ruolo che ha conquistato Dowd, e la sua co-protagonista Elisabeth Moss, un Emmy nel 2017.

Ann Dowd nel ruolo di zia Lydia in The Handmaids Tale

Ann Dowd nel ruolo di zia Lydia in The Handmaids Tale

'Ero al Sundance e mi sono imbattuto in Elisabeth Moss, che conoscevo un po', e le ho detto che avevo appena lavorato con Annie e lei ha detto: 'Lo so', e mi ha abbracciato', spiega Birney. 'È tornata a casa dal Sundance e la sceneggiatura di quell'episodio era sulla sua scrivania e ha iniziato a leggere e ha detto: 'Oh, penso che Reed sarebbe fantastico per questo.'

Birney, che non aveva mai visto lo show prima, ha guardato tutti gli episodi esistenti in una settimana prima di fare il suo debutto nello show come il tenente Stans nella quarta stagione. 'Sei stato meraviglioso', dice Dowd. 'Fantastico e spaventoso! Ci hai portato quella specie di quiete terrificante.'

codici di gta 5

Per quanto riguarda ciò che possiamo aspettarci dalla quinta stagione, la Dowd non può svelare molto, principalmente perché non ha ancora finito le sceneggiature. 'Gli scrittori sono molto intelligenti. Non dicono niente agli attori – non ho la minima idea di cosa accadrà.

'So che ci sono una quinta e una sesta stagione', continua, prima di dire che dovrebbe tornare a girare lo spettacolo alla 'fine di gennaio'.

'Immagino che Reed sarà... penso che dovrebbe essere completamente coinvolto', dice, con Birney che aggiunge: 'Ci sono molte persone da uccidere. Mi piacerebbe farlo. Ma nessuno ne parla nemmeno con me, quindi diremo che è tutto da stabilire.'

La zia Lydia e il tenente Sands dovrebbero avere il loro spin-off? 'Mi piace,' dice Dowd. 'Voglio avere un costume diverso in quel caso. Penso che Lydia abbia bisogno di flirtare un po'.'

Ti è piaciuta questa grande intervista a RT? Dai un'occhiata a questi...

    Direttore degli Eterni Chloe Zhao rivela il momento di cui è più orgogliosa nel film MCU Richard Armitage parla di Stay Close, Netflix e la sua 'fantasia non sfruttata' Mackenzie Crook sul futuro di Worzel Gummidge e perché interpretare lo spaventapasseri è come una terapia

'Beh, ho detto che ho un po' di fantasia che il tenente Stans e Lydia siano andati a cena fuori un paio di volte', ride Birney.

Quando la nostra intervista volge al termine, chiedo se gli spettatori abbiano mai confuso la Dowd con il personaggio orribile che interpreta nello show, e mentre nel complesso la maggior parte delle persone è adorabile, ricorda un caso in cui lo spettacolo è iniziato quando un fan ha improvvisamente notato chi lei era. 'Ho avuto persone molto presto - una donna che finalmente ha riconosciuto chi interpretavo. In pratica si è girata e non è corsa, ma ha camminato molto, molto velocemente.

'Stava viaggiando all'indietro lungo la scala mobile e io ero tipo, 'Whoa, è tutto a posto qui.' Ma in genere sono persone molto dolci.'

Birney interviene: 'E non vengo mai riconosciuto da nessuna parte, quindi non è un problema'.

La Messa arriva a Sky Cinema e nelle sale il 20 gennaio. Dai un'occhiata alla nostra guida TV o visita il nostro hub dedicato ai film per cosa guardare.

Vai al nostro hub delle interviste Big RT per altre conversazioni con le più grandi star della TV e del cinema.