50 migliori spettacoli della BBC: tutti i migliori drammi su iPlayer in questo momento

Cosa Guardare


La BBC è rinomata in tutto il mondo come produttrice di grandi drammi - e per tutto il 2020 e il 2021, sempre più di noi si sono rivolti al Beeb per un po' di evasione, con Linea di condotta segnando cifre durante la notte di 12,8 milioni di spettatori e il dramma di Eve Myles Mantenere la fede essere trasmesso in streaming più di 50 milioni di volte su iPlayer.

BBC iPlayer ha alcuni dei migliori drammi degli ultimi anni, così come i successi più recenti, disponibili per lo streaming: il problema non è la mancanza di scelta, è decidere con quale di questi cofanetti iniziare per primo! Ma ecco dove RadioTimes.com arriva, consigliandoti il ​​meglio di tutti i generi, dai thriller agli orrori ai drammi in costume.





Alcune delle ultime aggiunte includono spettacoli brillanti come BBC Two's il terrore , thriller nordirlandese Bloodlands e il dramma Traces di UKTV, mentre i classici cofanetti bingeworthy includono il dramma nordico Noir The Killing, l'iconico Testimone silenzioso (con tutte le 23 serie disponibili su iPlayer) e 10 serie di avventure whodunnit con Morte in paradiso .

Continua a leggere per le nostre migliori scelte drammatiche della BBC.

Lo scomparso

Questo thriller della BBC del duo di sceneggiatori Harry e Jack Williams ha prodotto due serie avvincenti, che hanno tenuto gli spettatori a bocca aperta fino alla fine. Ogni serie ha esplorato il caso di una persona scomparsa diversa, con l'enigmatico e carismatico investigatore Julien Baptiste di Tchéky Karyo che funge da tessuto connettivo tra i due. James Nesbitt è stato nominato ai BAFTA per la sua superba e straziante svolta nella prima serie nei panni di Tony Hughes, il padre del ragazzo scomparso Oliver che si rifiuta di rinunciare a suo figlio, mentre la seconda serie ha caratterizzato un cast altrettanto impressionante, con David Morrissey, Keeley Hawes e Laura Fraser che appare al fianco di Karyo nella contorta storia di due ragazze rapite, Alice Webster e Sophie Giroux, e il sorprendente legame tra loro. Con performance fantastiche e svolte della trama che non vedrai arrivare (giusto avvertimento: non affezionarti troppo a nessuno dei personaggi!), The Missing è una televisione inquietante, sorprendente e assolutamente imperdibile. Piuttosto che optare per una terza serie, i fratelli Williams hanno invece deciso di continuare la storia di Baptiste in uno spin-off, lanciato su BBC One nel 2019 ed è disponibile anche per lo streaming su BBC iPlayer. – Morgan Jeffery

Posso distruggerti

Per dirla semplicemente, Michaela Coel's Posso distruggerti è sorprendente. In sole sei ore (divise in 12 episodi da 30 minuti), lo spettacolo copre un'incredibile quantità di terreno, fornendo un esame dettagliato e approfondito del consenso sessuale e dell'aggressione in numerose forme. Lo spettacolo di certo non evita il suo argomento delicato - Coel ha detto a Radio Times che la BBC ha lasciato [lei] fare qualsiasi cosa e non ha limitato o ostacolato il contenuto dello spettacolo - ma il suo spirito tagliente e i personaggi splendidamente scritti vanno a lungo cammino per mantenere la conversazione accessibile. La sua interpretazione di Arabella è stata senza dubbio una delle migliori interpretazioni del 2020, ma anche le co-protagoniste Paapa Essiedu e Weruche Opia sono fenomenali, ognuna delle quali eccelle sia in scene comiche che strazianti. Segnando otto nomination ai BAFTA nel 2021, I May Destroy You non è solo una televisione estremamente avvincente, è importante, educativa e impossibile da dimenticare. – David Craig

Vita su Marte

BBC

La vita su Marte potrebbe avere 15 anni adesso – è doloroso considerare che, se la serie fosse realizzata oggi, una trama equivalente potrebbe vedere il rame di oggi Sam Tyler trasportato indietro ai primi anni '90 – ma questo fantastico dramma, che vede John Simm Sam si è svegliato nel 1973 dopo un incidente stradale, non ha perso nulla del suo potere di impressionare. L'espediente centrale dello spettacolo consente a Life on Mars di funzionare magnificamente come due spettacoli molto diversi contemporaneamente: un glorioso ritorno al rock 'em, 'sock 'em show polizieschi britannici degli anni '70 come The Sweeney e The Professionals e un intrigante thriller fantasy che comprende viaggi nel tempo e inquietanti sequenze allucinatorie (o lo sono?). Nei panni dell'aggressivo e politicamente scorretto DCI Gene Hunt, Philip Glenister potrebbe ottenere tutte le battute migliori, ma è la potente interpretazione del protagonista di Simm che aiuta a radicare la follia, con Liz White, Dean Andrews e Marshall Lancaster che offrono supporto abile come parte di un cast impeccabile. Piccolo ma perfettamente formato, Life on Mars è durato solo due serie e ci ha tenuti a indovinare fino alla fine: Sam era pazzo, in coma o indietro nel tempo? – con una serie sequel con Keeley Hawes, Ashes to Ashes ambientata negli anni '80, che segue e corre per tre serie. – Morgan Jeffery



Bambino responsabile

Quando un bambino diventa pienamente responsabile delle proprie azioni? Possono mai essere responsabili? E se quelle azioni includessero qualcosa di mortalmente serio? Qualcosa come un omicidio? Questa è una delle domande poste dal dramma di fatto del documentarista Nick Holt Responsible Child, che esamina come in Inghilterra e Galles, i bambini di dieci anni possono essere processati per omicidio. Ray (interpretato da Billy Barratt) è un ragazzo di 12 anni apparentemente dolce che ha vissuto un'infanzia tumultuosa. Può sembrare un angelo, riflette il suo avvocato, ma lui e suo fratello adulto sono stati appena accusati di aver ucciso brutalmente il loro patrigno violento mentre dormiva – e Ray sarà processato in un tribunale per adulti. Il crimine giustifica il processo (e la potenziale punizione) che deve affrontare? Barratt è straordinario nel ruolo di Ray, che è essenzialmente un badante per i suoi fratellastri più piccoli, appeso a ritrarre un bambino che è allo stesso tempo vecchio oltre i suoi anni, ma che è anche spaventato, impressionabile e vulnerabile. Sebbene il dramma segua da vicino la prospettiva di Ray, presenta anche alcuni eccellenti turni di supporto, in particolare da Michelle Fairley (Game Of Thrones, Suits) come avvocato difensore di Ray, e Stephen Campbell Moore (The History Boys, The Last Post) come mandato del tribunale. psicologo infantile che si chiede se il cervello di un dodicenne possa calcolare completamente le conseguenze di un omicidio. – Flora Carr

Gli avvelenamenti di Salisbury

Siamo sicuri che non hai bisogno di ricordare l'argomento di questo dramma basato sui fatti della BBC: nel marzo 2018 Salisbury è diventata inaspettatamente teatro di un'emergenza nazionale dopo che Sergei e Yulia Skripal sono stati trovati privi di sensi su una panchina del parco. Quando è diventato chiaro che Skripal è un ex ufficiale dell'intelligence militare russa e che l'agente nervino Novichok era la causa dei loro avvelenamenti, il caso è diventato una frenesia mediatica mondiale, ma per la città di Salisbury è diventato un processo di pulizia di emergenza.

Ampiamente studiato dai creatori ed ex giornalisti investigativi Adam Patterson e Declan Lawn, The Salisbury Poisonings offre una visione straordinariamente contenuta e informata dell'evento del 2018. La licenza drammatica che ci si aspetterebbe da un incidente di così alto profilo è sparita: invece di scene contenenti polizia armata e spionaggio internazionale, il dramma si concentra invece sulla comunità di Salisbury e su alcuni eroi locali che sono stati all'altezza dell'occasione. Con notevoli echi della successiva pandemia di Covid-19, vediamo le autorità guidate dal direttore della sanità pubblica Tracy Daszkiewicz condurre uno schema di tracciabilità piuttosto efficace contro un contagio inizialmente sconosciuto e molto poco familiare, con i residenti di Salisbury - sempre al centro dell'attenzione del dramma – adattarsi stoicamente alla nuova normalità. – Daniel Furn

Per gestire le tue preferenze email, clicca qui.

tracce

BBC

Con la sua ambientazione lunatica di Dundee e i suoi personaggi moralmente ambigui, Traces sembra per molti versi una versione britannica dell'ormai di moda Scandi-noir. Traces segue le vicende della giovane assistente di laboratorio Emma che ha un brutto momento in un corso di studi forensi quando si rende conto che il caso di studio riguarda in realtà sua madre assassinata. Con l'aiuto di due professoresse presso l'Istituto scozzese di scienze forensi, Emma deve scompigliare un po' le piume mentre tira in ballo il passato per assicurare finalmente un assassino alla giustizia.

Facendo per la scientifica quello che Line of Duty ha fatto per la corruzione, Traces si basa su un'idea originale dello scrittore di best-seller di gialli Val McDermid, la mente dietro personaggi iconici come Lindsay Gordon e DCI Karen Pirie. La rappresentazione femminile non finisce qui, tuttavia, così come i tre protagonisti, lo spettacolo è realizzato da un team di produzione tutto al femminile che include scrittrice e regista, assicurando una nuova interpretazione del genere criminale ben battuto. Mescolando elementi whodunnit con alcuni approfondimenti forensi spiegati molto meglio di artisti del calibro di CSI, è facile capire perché Traces si sia rivelato popolare: una seconda serie è prevista nel 2021.

La serie è piena di talenti che non sono estranei agli spettacoli polizieschi: Laura Fraser di Breaking Bad interpreta il nuovo capo inizialmente scettico di Emma, ​​mentre Martin Compston di Line of Duty mostra il suo naturale accento scozzese come Daniel, l'interesse amoroso di Emma. Tuttavia, è Molly Windsor (Three Girls) che è la star dello spettacolo qui, mettendo a frutto la sua recitazione vincitrice del BAFTA. – Daniel Furn

Torchwood

Doctor Who è sempre stato famoso per la sua spaventosa fantascienza (chi può dimenticare il terrore dei Weeping Angels, eh?) ma Torchwood di Russell T Davies ha avuto l'opportunità di diventare davvero grintoso. Lo spettacolo ha immerso le sue mani nella sporcizia di come l'esistenza degli alieni avrebbe influenzato il pianeta come una frattura temporale a Cardiff (di tutti i luoghi) ha tenuto il Capitano Jack Harkness (John Barrowman) e la sua squadra molto occupati. Torchwood era sexy, sanguinario e molto divertente. Se non l'hai mai visto prima, pensalo come una versione molto britannica di X-Files o Buffy l'ammazzavampiri, con ogni episodio che presenta un mostro della settimana prima di legarsi a una trama generale.Poiché il revival di Doctor Who dei primi anni 2000 ha continuato ad essere popolare, non è stata una sorpresa che Torchwood abbia colpito i fan in quanto ha introdotto orde di nuovi personaggi e mostri, offrendo uno sbocco cruento per coloro che immaginavano quale versione adulta del tempo- spettacolo di viaggio potrebbe assomigliare. Dopo due serie impressionanti, è poi tornato nel 2009 e nel 2011 con due miniserie, Children of Earth e Miracle Day, incentrate su due trame tentacolari, con quest'ultima che ha portato la squadra in America. Molti fan sperano ancora in una quinta uscita per Torchwood, ma nulla è stato ancora confermato. - Eammon Jacobs

Andare avanti

BBC

La serie antologica di lunga data della BBC Moving On ha mandato in onda 65 episodi e dodici serie da quando è iniziata nel maggio 2009, e non mostra segni di arresto. Come ci si potrebbe aspettare dal titolo, la serie affronta il tema sempre riconoscibile del cambiamento, con ogni episodio che segue un personaggio della Gran Bretagna contemporanea mentre raggiungono un punto di svolta nella loro vita.

Di solito trasmesso nel corso di una settimana in una fascia oraria pomeridiana, Moving On ha aiutato la televisione diurna a raggiungere una nuova rispettabilità. A volte divertenti, a volte tristi e sempre riconoscibili e umani, non importa quanto ogni episodio e i loro eventi possano differire, tutti attingono alle emozioni e alle azioni che si verificano in tutti i ceti sociali. Non sorprende quindi che la mente dietro questa serie non sia altri che Jimmy McGovern, meglio conosciuto per aver creato e scritto Cracker e Hillsborough.

Joanne Froggatt e Robert James-Collier di Downton Abbey, Paul McGann e John Simm di Doctor Who e Alfie Allen di Game of Thrones sono tra i tanti, molti nomi familiari che compaiono in tutta la serie. – Daniel Furn

le dissolvenze

Il titolo da solo è da incubo – più straziante è che questo dramma di fatto si basa su testimonianze di vita reale. L'utente su sedia a rotelle Anna e Tom ipovedente sono una madre devota e un padre della piccola Danielle, ma l'assistente sociale Belinda mette in dubbio le loro capacità genitoriali a causa della loro disabilità. Con la crescente pressione dei servizi sociali, dei loro genitori e degli altri, Anna e Tom devono porsi alcune domande oneste l'un l'altro mentre combattono per la custodia del loro neonato.

Il dramma è stato realizzato come parte della serie Defying The Label della BBC Three che ha visto quindici nuovi programmi esaminare la vita con una disabilità - con Don't Take My Baby come il successo in fuga, guadagnandosi il miglior singolo dramma ai BAFTA del 2016 insieme a una serie di altri nomine. La serie è stata elogiata in particolare per la sua gestione della questione poco discussa delle 11.000 coppie disabili della nazione e dei servizi per l'infanzia del Regno Unito che giudicano se possono tenerle. Durante il dramma vengono poste domande difficili senza risposte facili che potrebbero mettere in dubbio pregiudizi e credenze, non solo sulla comunità dei disabili, ma sulla società nel suo insieme.

Ruth Madele recita in una performance nominata ai BAFTA come madre Anna, e in seguito avrebbe avuto ruoli chiave in Cold Feet e Years and Years. In lotta per la sua famiglia c'è anche Adam Long di Happy Valley, che ha anche ottenuto il plauso della critica, inclusa una nomination al Royal Television Society Award. – Daniel Furn

i luminari

Amanti sfortunati? Non hai ancora visto niente. The Luminaries si svolge nella Nuova Zelanda del 1860 nel bel mezzo di una corsa all'oro, quando Anna Wetherell (Eve Hewson) ed Emery Staines (Himesh Patel) si innamorano quando arrivano dall'altra parte del mondo dopo aver viaggiato da Londra. Ma sebbene il loro incontro carino fosse innegabilmente, beh, carino, Anna incontra un certo numero di altri uomini nella sua nuova casa di Dunedin, ognuno dei quali rappresenta i vari segni zodiacali. Crea un'interessante chimica tra tutti questi personaggi eclettici, per non dire altro. L'elegante dramma in costume ha un aspetto incredibile, con splendidi costumi e una fotografia impressionante: non vedrai l'ora di fare una vacanza tra non molto.

Se c'è una sola stella in questo che rende The Luminaries degno del tuo tempo: Eva Green. È brillantemente velenosa come Lydia Wells e ruba ogni scena in cui appare – e la chimica tra Patel e Hewson significa che ti ritroverai rapidamente a fare il tifo per loro entro la fine dei sei episodi di The Luminaries. - Eammon Jacobs

prostitute

ITV

Un bordello del 18° secolo è un'ambientazione improbabile per un dramma in costume, specialmente sulla BBC, ma ciò non ha impedito a questa serie anglo-americana di vincere recensioni entusiastiche. Ispirato al libro di saggistica di Hallie Rubenhold The Covent Garden Ladies, prostitute segue la proprietaria di un bordello londinese Margaret Wells mentre tenta di crescere le sue due figlie mentre combatte una signora rivale, iniziando presto una guerra per l'attività più redditizia della città.

Mentre Harlots usa certamente il suo argomento stimolante per attirare gli spettatori e spingere i confini, la forza dello spettacolo risiede nella sua esplorazione molto più profonda degli affari, della famiglia e di come i due si intersecano per sopravvivere come donna nella Londra del diciottesimo secolo. Ci sono ancora un sacco di costumi campy divertenti e luminosi per alleggerire il procedimento, ma mai senza perdere la sua grinta o i confronti con le questioni di genere contemporanee. È stato purtroppo cancellato nel 2020, ma ora sono disponibili tre stagioni eccellenti da guardare attraverso la BBC.

Samantha Morton – che ha recentemente interpretato il ruolo di Alpha in The Walking Dead – interpreta l'ambiziosa e strategica proprietaria di un bordello Margaret, mentre Lesley Manville di Phantom Thread interpreta la sua ex datrice di lavoro diventata rivale signora Lydia Quigley. Jessica Brown Findlay, meglio conosciuta come Lady Sybil Crawley di Downton Abbey, recita in questo dramma storico piuttosto diverso come la figlia di Margaret e la popolare prostituta Charlotte, mentre Eloise Smyth di The Frankenstein Chronicle interpreta la figlia più giovane e riluttante Lucy. – Daniel Furn

McMafia

E se la criminalità organizzata adottasse un modello di franchising? È così che è stato intitolato il libro di saggistica di Misha Glenny McMafia: A Journey Through the Global Criminal Underworld, che da allora ha ispirato questo dramma poliziesco di successo della BBC. Il figlio di origine britannica di un boss mafioso russo, Alex Goodman, ha passato la vita lontano dagli affari di famiglia, ma un omicidio lo attira presto nel mondo della criminalità organizzata internazionale per salvare coloro che ama.

Anche se la premessa può sembrare un po' prevedibile, McMafia combina la portata globale di un film di spionaggio con la grinta di un thriller poliziesco e un pizzico di dramma aziendale per un prodotto finale davvero unico ed epico. Tuttavia, lo spettacolo bilancia anche la portata con alcuni momenti più intimi, con il dramma familiare sempre al centro degli spettacoli ambientati alla mafia - e qui la serie ha successo nonostante la rete contorta di cospirazioni in cui si trova la famiglia di Alex. La trama si basa su alcuni dei i racconti trovati nel libro di Glenny, quindi la serie, sebbene fittizia, è ben informata e si è dimostrata popolare che la BBC ha ordinato una seconda stagione nel 2018 - stiamo ancora aspettando pazientemente!

La serie è guidata da James Norton in quella che secondo molti sia un'audizione di James Bond – e per giunta efficace. È affiancato da David Straitharn di Nomadland nei panni dell'uomo d'affari russo-israeliano Semiyon Kleiman e Juliet Rylance nei panni della fidanzata di Alex che ottiene un po' più di quanto si aspettasse. – Daniel Furn

Il processo di Christine Keeler

La storia di Christine Keeler era matura per un adattamento drammatico poiché è piena di sesso, bugie e scandali con una potenziale minaccia alla sicurezza nazionale gettata per buona misura. E la serie in sei parti della BBC non ha deluso. Il processo di Christine Keeler ha esplorato lo scandalo in cui la modella e showgirl era rimasta coinvolta quando aveva 21 anni. La serie esplora come le sue numerose relazioni con il deputato conservatore John Profumo e Soviet AttachSuoEugene Ivanov aveva attirato l'attenzione dell'MI5 negli anni '60.

Sophie Cookson (The Kingsman) ha interpretato Keeler nella serie con molti elogi critici poiché la sua interpretazione ha trasmesso come la vita della giovane donna fosse dettata da figure manipolatrici per i propri fini. È circondata da altre star di talento come James Norton, Ellie Bamber e Nathan Stewart-Jarrett, protagonista di Misfits. Il dramma tempestivo è stato adattato da Amanda Coe che ha scritto la sceneggiatura oltre ad essere un produttore esecutivo della serie. Come ha detto la stessa sceneggiatrice al momento del rilascio , è una tempesta perfetta di genere, classe, razza e potere. Il processo a Christine Keeler non ha avuto bisogno di esagerare con nulla perché gli eventi stessi erano già abbastanza drammatici e rende l'orologio avvincente. – Eammon Jacobs

Teste parlanti

E se i monologhi drammatici, così potenti in teatro, fossero al centro delle loro serie TV? Questa è la premessa di questo spettacolo dell'acclamato drammaturgo Alan Bennett, che si attiene rigidamente al formato con ogni episodio costituito da un singolo monologo con un solo personaggio che appare durante l'intero runtime. Non è la televisione più ricca di azione in circolazione, ma ce ne sono poche che possono eguagliare la potenza di un attore o attrice di talento dato un tempo prolungato con materiale forte.

Le prime due serie erano composte da sei episodi e trasmesse a un decennio di distanza nel 1988 e nel 1998 – con il loro successo che ha portato a una trasmissione radiofonica, una commedia del West End e due BAFTA come migliore attrice per Thora Hird. Le restrizioni di Covid-19 hanno reso Talking Heads la scelta ideale per un remake nel 2020, con dieci degli episodi originali rifatti con un cast nuovo di zecca e due nuovissimi monologhi scritti da Bennett.

È necessario un cast di talento per attirare l'attenzione del pubblico durante un monologo così lungo e i Talking Heads non hanno avuto problemi ad attirare i migliori. Le due serie originali includevano leggende della recitazione come Maggie Smith, Julie Walters, Penelope Wilton e lo stesso Bennett. Per non essere da meno, la serie 2020 ha offerto il meglio dei moderni talenti della recitazione britannici, tra cui Jodie Comer, Martin Freeman, Tamsin Greig e Imelda Staunton. – Daniel Furn

Colpire

BBC

Colpire è adattato dalla serie Cormoran Strike di JK Rowling che ha scritto sotto lo pseudonimo di Robert Galbraith. Segue un veterano dell'esercito che intraprende una carriera come detective privato a Londra, con Tom Burke che interpreta l'omonimo investigatore. Strike usa le abilità che ha acquisito lavorando per il ramo investigativo speciale per risolvere casi per la polizia. La serie è in gran parte portata dalla chimica senza sforzo di Burke con Holliday Grainger, che appare accanto a lui come assistente di Strike, Robin Ellacott.

Non è così frenetico o caotico come Sherlock di Benedict Cumberbatch, ma i suoi crimini e misteri unici spingono sia gli attori che il pubblico ad affrontare la storia in modi nuovi. Dal 2017 la serie ha adattato i primi quattro libri; Il richiamo del cuculo, Il baco da seta, La carriera del male e Il bianco letale. Anche se il pubblico spera ancora che la BBC adatti il ​​quinto libro della serie, Sangue inquieto . Ma fino a quando non sapremo di più sul futuro della serie, ci sono undici episodi in cui devi prima approfondire! E no, prima che tu chieda, non c'è una bacchetta in vista. - Eammon Jacobs

fortnite riscatta un codice

Roadkill

Tuttavia, Hugh Laurie non è estraneo alla TV politica avendo interpretato in modo memorabile il senatore Tom James in Veep Roadkill è una faccenda ben più seria. Laurie è un'ottima scelta nei panni del carismatico ministro del governo Peter Laurence, che non mostra alcun senso di colpa o rimorso mentre la sua vita privata inizia a crollare. Sotto le crescenti critiche dei suoi nemici e affrontando una relazione tesa a casa, Peter tenta ancora un'offerta per il numero 10: i suoi schemi machiavellici gli faranno vincere il premio?

C'è una rinfrescante mancanza di Brexit o COVID-19 in questo dramma di Downing Street, che invece esamina l'ambizione politica e l'avidità e la corruzione che troppo spesso si intrecciano con essa. Lo spettacolo deriva dall'impressionante pedigree con lo sceneggiatore di The Hours David Hare e il regista di Line of Duty Michael Keillor, ma è il talento sullo schermo che ha entusiasmato i critici.

Meglio conosciuto per i suoi personaggi comici maldestri, è sempre rinfrescante quando Hugh Laurie mette in mostra le sue doti drammatiche, e la sua interpretazione qui è lassù con il suo cupo lavoro in The Night Manager e House MD Il suo carisma e simpatia sono sapientemente incanalati nell'affascinante facciata di circa copre il letame amorale che ribolle sotto, e lo spettacolo brilla davvero nelle sue scene con la defunta, grande Helen McCrory, la cui interpretazione finale come gelida Primo Ministro Dawn Ellison è da ricordare. – Daniel Furn

Sherlock

Molti erano scettici all'idea di un 21stoVersione del secolo del detective di Conan Doyle – ma Sherlock è molto meglio di quanto abbia diritto di essere. Questa rivisitazione fresca, moderna e strabiliante degli sceneggiatori di Doctor Who Steven Moffat e Mark Gatiss prende molte delle famose storie di Conan Doyle e non solo le aggiorna per il pubblico moderno, ma aggiunge un tocco davvero unico con battute umoristiche e altamente citabili, un'amicizia complessa e in continua evoluzione e, naturalmente, alcuni dei migliori colpi di scena che abbiano mai abbellito le nostre televisioni.

Non c'è da meravigliarsi se questo spettacolo ha contribuito a lanciare Benedict Cumberbatch e Martin Freeman alla celebrità di Hollyood: Cumberbatch eccelle come 'sociopatico ad alto funzionamento' con una mente geniale ma una mancanza di abilità sociali, e Freeman lo ancora in modo eccellente come partner leale sia professionalmente che soprattutto, personalmente. Oltre a grandi svolte da artisti del calibro di Una Stubbs e Rupert Graves, una menzione particolare va ad Andrew Scott: prima di diventare il 'prete caldo' di Fleabag, ha quasi rubato lo spettacolo con solo pochi episodi di tempo sullo schermo come deliziosamente mente malvagia Moriarty.

Sherlock è straordinariamente fedele alle opere originali di Doyle in molti modi, apporta alcune nuove interessanti aggiunte in altri, ma soprattutto aggiorna le sue storie iconiche in modi davvero intelligenti e creativi - aspetta solo di vedere come la versione dello spettacolo su The Reichenbach Fall ha lasciato perplesso Internet per anni. La sua natura episodica significa che ci sono stati alcuni intoppi lungo la strada, ma Sherlock al culmine dei suoi poteri è uno dei migliori drammi polizieschi della TV britannica. – Daniel Furn

I segreti che custodisce

BBC

La politica di classe, la gravidanza e il potere della reputazione si scontrano in questo thriller psicologico ambientato a Sydney importato da Down Under. The Secrets She Keeps segue la disperata esperta di scaffali Agatha che idolatra la vita apparentemente perfetta dell'influencer Meghan, che si trova proprio nella stessa fase della gravidanza di Agatha. Tuttavia, i bambini non sono tutti in grembo – e dopo un incontro casuale al supermercato, i segreti esplosivi che gravano su entrambe le future mamme culmineranno in un atto imperdonabile.

I colpi di scena in questo potrebbero non essere così imprevedibili, specialmente se sei a conoscenza della vera storia su cui si basa lo spettacolo, ma non è questo il punto. Invece, il fascino dello spettacolo deriva dalla tensione a combustione lenta e dall'umorismo oscuro, nonché dagli attesi elementi saponosi, che creano un'esplorazione noir unica della femminilità, della maternità e dell'immagine.

La vera forza in The Secrets She Keeps, tuttavia, sono le interpretazioni dei due protagonisti, ovvero Jessica De Gouw di Arrow nei panni di Meghan, ma Laura Carmichael di Downton Abbey nei panni di Agatha in particolare. Ad un mondo lontano da Lady Edith Crawley, Carmichael gioca in modo avvincente contro il tipo nei panni della delicata ma inquietante dipendente del supermercato determinata ad avere la vita che desidera, anche se appartiene a qualcun altro. – Daniel Furn

Gente normale

BBC

Questo dramma straziante segue due giovani studenti Connell Waldron (Paul Mescal) e Marianne Sheridan (Daisy Edgar Jones) che iniziano un'intensa relazione a scuola prima che le loro insicurezze abbiano la meglio su di loro, causando una spaccatura nella loro relazione unica. Basato sul romanzo dell'acclamata autrice Sally Rooney, la serie segue le loro vite mentre sono alle prese con le proprie emozioni mentre cercano ancora di aggrapparsi disperatamente l'una all'altra. A volte, Gente normale è sincero e commovente, e in altri è emotivamente devastante. Ciò che è ancora più impressionante è che questo è il primo ruolo televisivo importante di Paul Mescal, e ha fatto un'impressione sublime sul pubblico con la sua performance davvero straziante.

Poiché Sally Rooney ha scritto la serie (insieme ad Alice Birch e Alice O'Rowe), coloro che leggono il libro del 2018 riconosceranno quanto sia fedele alla storia originale Normal People. E con una brillante regia di Lenny Abrahamson e Hettie Macdonald, non sorprende che la serie sia stata nominata per una raccolta di premi. Ha ricevuto molta attenzione dagli Emmy e dai Golden Globe, anche se finora ha vinto solo il Best Casting alAustralian Academy of Cinema and Television Arts International Awards. Tuttavia, Mescal, Jones e l'intero team creativo sono stati nominati ai BAFTA TV 2021. - Eammon Jacobs

Dottor chi

Puoi davvero fare una lista di drammi della BBC senza questa icona nazionale? Un'istituzione britannica a questo punto, il revival della lunga serie di fantascienza apparentemente ha fatto l'impossibile non solo reinventando con successo lo spettacolo classico per il 21° secolo, ma forse rendendo lo spettacolo ancora più popolare di quanto non fosse prima. La premessa dello spettacolo, tuttavia, è esattamente la stessa degli anni '60: un eccentrico signore del tempo alieno viaggia attraverso lo spazio e il tempo con i suoi compagni in una cabina di polizia, combattendo Daleks, Cybermen e ogni sorta di mostri e ingiustizie lungo la strada .

Siamo ora al nostro quinto (!) Dottore e terzo showrunner da allora Dottor chi tornato nel 2005, e mentre lo spettacolo ha subito alcuni cambiamenti in termini di numero di episodi, speciali natalizi e, naturalmente, cast, lo spettacolo mantiene il suo mix unico di fantascienza, umorismo, azione e dramma sorprendentemente umano.

Jodie Whittaker è l'attuale incarnazione del Signore del Tempo – almeno per un'altra serie – con Mandip Gill (Hollyoaks) nei panni del coraggioso compagno di polizia Yaz. Tuttavia BBC iPlayer ha tutte e 12 le puntate del revival, il che significa che puoi rivivere - o provare per la prima volta - le avventure di Christopher Eccleston, David Tennant, Matt Smith e Peter Capaldi. Con lo spettacolo che si avvicina al suo 60° anniversario, non vediamo l'ora che alcuni di loro tornino potenzialmente per uno speciale: ecco altri 60 anni. – Daniel Furn

Il Sindacato

BBC

Cosa accadrebbe davvero se il tuo sindacato vincesse alla lotteria? Questa è la domanda posta da questo toccante dramma della sceneggiatrice vincitrice del premio BAFTA Kay Mellor, che mostra che le grandi vincite di denaro possono spesso portare a problemi ancora più grandi. Una serie antologica, ogni puntata mostra un gruppo diverso che vince alla grande, inizialmente concentrandosi sui dipendenti di un supermercato di Leeds e infine sui sindacati di un ospedale di Bradford, una casa signorile di Scarborough e un canile dello Yorkshire.

Mentre la premessa ha il potenziale per diventare un affare piuttosto oscuro, nel vero stile di Kay Mellor la serie rimane costantemente calda e sfocata, con la famiglia che di solito rimane al centro del dramma e qualsiasi attività criminale di solito una scusa per gite spensierate. Tuttavia, in mezzo alla trama principale appariscente e ariosa, The Syndicate forse eccelle meglio con le trame secondarie più piccole e più personali, che riescono a esplorare emotivamente e realisticamente questioni come i contratti a zero ore, la dipendenza dal gioco d'azzardo e davvero allungare i tuoi soldi per sopravvivere sulla linea del fondo.

La natura antologica di The Syndicate significa una nuova grande guest star ogni stagione, con Timothy Spall, Alison Steadman, Lenny Henry e Neil Morrissey tutti presenti come membri del sindacato in difficoltà che hanno colpito il grande. A loro si uniscono anche una porta girevole di talenti britannici, tra cui artisti del calibro di Matthew Lewis (Harry Potter), Joanna Page (Gavin & Stacey), Mark Addy (Game of Thrones), Siobhan Finneran (Benidorm) e Lorraine Bruce (White Gold) come l'unico attore ad apparire in tutte e quattro le serie. – Daniel Furn

Uccidere Eva

BBC

Sempre uno degli spettacoli più trasmessi in streaming di iPlayer dell'anno, Uccidere Eva è diventato un grande successo di cultura pop su entrambe le sponde dell'Atlantico. È facile capire perché, con la sua interpretazione fresca e sovversiva del thriller di spionaggio, essere un assassino internazionale non è mai stato così divertente.

L'annoiato ufficiale dell'intelligence britannica Eve è entusiasta di essere incaricato di rintracciare l'assassina psicopatica Villanelle, ma quello che inizia come il solito thriller del gatto e del topo entra in un territorio molto più interessante quando i due sviluppano un'ossessione reciproca l'uno per l'altro.

Elegante, divertente e a volte molto, molto cruento, l'interpretazione femminista di Killing Eve sul genere di spionaggio solitamente dominato dagli uomini fornisce risultati molto spiritosi e sorprendenti. Questa non è una piccola parte a causa degli scrittori: Phoebe Waller-Bridge è stata la sceneggiatrice principale della prima stagione poco prima che Fleabag la trasformasse in una star internazionale, mentre la sceneggiatrice e regista di Promising Young Woman Emerald Fennell ha preso le redini della seconda stagione acclamata dalla critica.

Mentre Sandra Oh era già nota per Grey's Anatomy, Killing Eve avrebbe fatto di entrambi i protagonisti: Jodie Comer ha giustamente vinto un Emmy e un British Television Award per la sua interpretazione della camaleontica Villanelle, mentre Oh si è aggiudicata un Golden Globe per lei lavorare come spia titolare Eve. Sebbene meritino molto i loro premi come migliore attrice, i due dovrebbero davvero essere nominati insieme piuttosto che l'uno contro l'altro: la loro chimica elettrica solleva l'intero spettacolo. – Daniel Furn

Un ragazzo adatto

Immagini della BBC

Basato sull'omonimo romanzo del 1993, Un ragazzo adatto è un vasto e travolgente dramma storico che segue quattro famiglie legate nell'India post-indipendenza, con focus sul giovane studente universitario Lata Rupa. Sua madre è determinata a scegliere il marito di Lata per lei, quindi mentre l'intero paese sta attraversando un cambiamento culturale e politico fondamentale, Lata rimarrà fedele ai desideri di sua madre o sceglierà il suo ragazzo adatto?

L'imponente romanzo di 1.300 pagine di Vikram Seth è condensato in una serie di sei episodi di dimensioni ridotte, ma riesce comunque a coprire una notevole quantità di terreno, con quattro grandi famiglie in primo piano (e oltre 110 personaggi), così come il contesto storico, un background generale elezioni, una vetrina di musica e danze indiane e, naturalmente, la storia centrale di Lata. Il regista Mira Nair assicura che non si perde un minuto, tuttavia, con scene mozzafiato e una sovrabbondanza di colori, assicurandosi che le immagini siano impegnate ed eccitanti quanto la trama.

Un ragazzo adatto è anche noto per essere il primo dramma in costume della BBC ad avere un cast non bianco, con gli attori e le attrici coinvolti spesso indicati dalla critica come la parte migliore dello spettacolo. Tanya Maniktala si diletta solo alla sua seconda apparizione sullo schermo come protagonista Lata, con l'attore indiano Ishaan Khatter nei panni del ribelle Maan Kapoor. La star di Bollywood Tabu interpreta il suo interesse amoroso cortigiana Saeeda Bai, mentre Mahira Kakkar di Manifest interpreta la madre prepotente di Lata. – Daniel Furn

Il serpente

BBC

Il caso reale del famigerato serial killer Charles Sobhraj è al centro di The Serpent, che rende la serie immediatamente attraente grazie all'elemento della 'storia vera'. Segue Sobhraj (Tahar Rahim) mentre si fa strada attraverso il mondo uccidendo hippy, viaggiatori e chiunque senta essere sotto di lui mentre la sua compagna Marie-Andrée Leclerc (Jenna Coleman) teme il suo ragazzo e consente le sue azioni. Sebbene sia una serie affascinante, sorprendentemente non c'è alcun aspetto misterioso in essa, dal momento che il pubblico vede (principalmente) tutto ciò che l'assassino fa. Il lato davvero avvincente della storia viene dall'inseguimento al gatto e al topo tra Sobhraj e l'investigatore Herman Knippenberg (Billy Howle).

Ma è altrettanto difficile non essere catturati dalle performance agghiaccianti di Tahar Rahim e Jenna Coleman per quella materia. Sobhraj è un incantatore manipolatore che usa la sua personalità per rilassare e disarmare le sue vittime ignare prima di ucciderle in una varietà di modi selvaggi. Ma ciò che è ancora più spaventoso è la volontà di Leclerc di assecondare tutto, anche se ha anche paura della sua brutalità. Ma la natura liberatoria di sentirsi contro il mondo la tiene al suo fianco. A volte è un orologio intenso, ma i veri fan del crimine lo adoreranno. - Eammon Jacobs

Lo spettacolo di Eichmann

Una premessa interessante qui: The Eichmann Show si concentra non su coloro che hanno catturato il nazista titolare, ma su coloro che hanno combattuto per trasmettere in televisione il suo processo. L'organizzatore dell'Olocausto Adolf Eichmann è stato catturato nel 1961 e portato a Gerusalemme, dove il produttore Milton Fruchtman e il regista Leo Hurwitz sperano di trasmettere il processo per combattere qualsiasi recrudescenza del nazismo. Combattendo le minacce di morte, la riluttanza della rete e la resistenza del primo ministro israeliano, Fruchtman e Hurwitz avrebbero continuato a realizzare il primissimo documentario televisivo globale.

Interessante per gli appassionati di storia televisiva, legale e politica, questo film per la televisione della BBC Two guarda a questo noto evento da una prospettiva fresca e poco conosciuta e mostra come siamo ancora in grado di vedere il processo oggi. L'Eichmann Show non ha paura di affrontare anche questioni morali - come il pericolo di trasformare il processo di uno dei criminali di guerra più famosi del 20 ° secolo in uno spettacolo - e include anche segmenti di documentari in modo da non perdere mai traccia di ciò che è importante.

Lo spettacolo è aiutato anche da due fantastici protagonisti: il sempre grande Martin Freeman convince nei panni dell'assediato e assediato Fruchtman, ed è accoppiato con l'altrettanto impressionante Anthony LaPaglia nei panni dell'ex regista nella lista nera Hurwitz. – Daniel Furn

Noi

Se non hai guardato Noi , devi. È una lettera d'amore contagiosa e commovente sulla famiglia, l'amore e la perdita. Interpreta Tom Hollander e Saskia Reeves nei panni di Douglas e Connie Petersen che portano il figlio Albie, interpretato da Tom Taylor, in un viaggio in Europa prima che parta per l'università. Sfortunatamente per Douglas, Saskia vuole il divorzio. Il tempo all'estero è teso, ma sembra così tipicamente britannico. La dinamica tra il trio rende tutto ancora più difficile per Douglas, perché mentre Albie è così vicino a sua madre, suo padre non riesce proprio a contattarlo. Sono i piccoli momenti tra Hollander e Taylor che lo trasmettono perfettamente, poiché il papà di mezza età mette spesso in imbarazzo suo figlio a non finire.

C'è anche qualcosa di bizzarramente rinfrescante (anche se un po' stuzzicante) nel guardare i Petersens viaggiare in tutta Europa senza la necessità di maschere, un uso eccessivo di disinfettante per le mani o persino affrontare lunghe code a causa della Brexit. Ci affascina anche il pubblico mostrandoci chi erano Douglas e Connie prima che diventassero genitori e cosa li ha uniti in primo luogo. E sebbene siano lunghi solo quattro episodi, rimarrai sorpreso da quanto velocemente la scrittura di David Nicholls ti faccia interessare a tutti loro, non importa quanto sia scontroso Douglas. - Eammon Jacobs

La caduta

La BBC lo ha ucciso di recente con i drammi polizieschi del gatto e del topo – con La caduta dominando il genere prima che arrivasse Killing Eve. Gillian Anderson segue Stella Gibson, una torturata sovrintendente investigativa che non è estranea alla cattura di serial killer. Questo particolare serial killer, tuttavia, si rivela all'inizio essere il padre di famiglia Paul Spector, nascosto in un set semplice mentre attacca giovani donne a Belfast. Quale di queste menti tormentate ma geniali avrà la meglio?

Inesorabilmente oscuro, The Fall ha dimostrato di essere una mente nel creare tensione e disegnare personaggi complessi. Ha buttato fuori dalla finestra il regolamento del dramma criminale, rivelando immediatamente l'assassino, sostituendo qualsiasi elemento giallo con una lenta volontà-non lo faranno tra gli sforzi della polizia per catturare Paul e i suoi sforzi per scappare, così come un studio psicologico dell'assassino e cosa potrebbe indurre un umano apparentemente normale e funzionante ad uccidere.

Un simile gioco a due richiederebbe ovviamente due protagonisti forti – e hanno trovato scelte da star del cinema in Jamie Dornan e Gillian Anderson. Dornan stava vincendo recensioni entusiastiche come il freddo serial killer Paul Spector prima che il franchise di Cinquanta sfumature di grigio lo rendesse un nome familiare, mentre la sempre eccellente Gillian Anderson ha iniziato la sua recente rinascita televisiva iniziata qui con la sua interpretazione dell'apparentemente fredda ma appassionata Stella Gibson. – Daniel Furn

Ascia piccola

BBC

Small Axe era una serie antologica del regista acclamato dalla critica Steve McQueen e segue una serie di storie diverse sugli immigrati dell'India occidentale che vivevano a Londra dagli anni '60 agli anni '80. Il regista ha diretto tutti e cinque gli episodi della serie, ma ha lavorato con Alastair Siddons e Courttia Newland sulle storie di ogni capitolo. Ogni capitolo è una splendida illustrazione di come il razzismo istituzionale abbia influenzato le comunità nere nel Regno Unito per decenni, anche se Lovers Rock è stato visto sia come una celebrazione culturale che come una storia d'amore travolgente. La serieha recitato una serie impressionante di attori, con interpretazioni di Letitia Wright e John Boyega elogiate dalla critica di tutto il mondo per i loro ruoli rispettivamente negli episodi Mangrove e Red, White e Blue. John Boyega ha vinto un Critics' Choice Television Award come miglior attore e un Golden Globe come miglior attore non protagonista per il ruolo di Leroy Logan, il fondatore della Black Police Association. - Eammon Jacobs

Morte in paradiso

BBC

Se ami un buon mistero di omicidio con una fetta di commedia, allora non cercare oltreMorte in paradiso. La serie è ambientata su un'isola immaginaria dei Caraibi chiamata Saint Marie e inizialmente segue il detective Richard Poole di Ben Miller che sta indagando sull'omicidio di un ufficiale di polizia britannico sull'isola. Una volta risolto il caso stranamente complicato, a Poole viene ordinato di rimanere sull'isola come ispettore investigativo di riferimento. Il formato ha funzionato particolarmente bene con il pubblico dal 2011, poiché Death in Paradise spesso ruota i detective dentro e fuori per far andare avanti la storia, proprio come in Doctor Who.

Finora, Ben Miller, Kris Marshall, Ardal O'Hanlon e, più recentemente, Ralf Little hanno tutti interpretato i vari detective che sono incaricati di Saint Marie, ognuno con le proprie ragioni convincenti per rimanere all'estero piuttosto che vivere in Inghilterra. Creata da Richard Thurgood nel 2011, questa divertente commedia drammatica ha dimostrato di avere le gambe per andare avanti. In effetti la BBC ne è rimasta così colpita, che è già stata commissionata per la stagione 11 e la stagione 12. Ad essere onesti, con così tanti omicidi, siamo sorpresi che ci sia qualcuno ancora vivo a Saint Marie... – Eammon Jacobs

Antonio

Lo scrittore Anthony McGovern non è estraneo a giocare con le nostre emozioni grazie alla sua acclamata serie Moving On, ma qui mette il suo talento in una storia molto più seria e incredibilmente vera. Nel luglio 2005, il diciottenne studente nero Anthony Walker è stato assassinato da due uomini bianchi in un attacco razzista non provocato in un parco di Liverpool. Questo film per la televisione racconta la sua storia, non della vita che ha vissuto, ma della vita che ha poteva avrebbe avuto se non fosse stato assassinato, raccontando la storia al contrario da una vita immaginata a 25 anni fino alla notte della sua morte.

Non è un orologio facile, questo metodo di narrazione potente e non convenzionale enfatizza davvero la sensazione di perdita e tutto ciò che Anthony avrebbe potuto ottenere se la sua vita non fosse stata rovinata dall'odio. La madre di Walker, Gee, si è avvicinata a McGovern per scrivere il progetto e ha contribuito a fornire dettagli su Anthony che avrebbero ispirato gli eventi immaginati - incluso il suo matrimonio, la nascita di suo figlio e il salvataggio di un amico dall'alcolismo - senza divinizzare eccessivamente.

L'attore di Ted Lasso Toheeb Jimoh sbalordisce nei panni del titolare Anthony, mentre Julia Brown delle Shetland interpreta l'amore immaginario della sua vita Katherine, una rappresentazione della storia d'amore che non ha mai avuto modo di avere. – Daniel Furn

Assassinato dal mio ragazzo

BBC

Poiché i tassi di abusi domestici hanno continuato a crescere nel Regno Unito durante i numerosi blocchi, c'è un dramma vitale del 2014 che dovrebbe essere una visione obbligatoria per il pubblico più giovane. Murdered By My Boyfriend è una storia straziante basata su un caso reale in cui Georgina Campbell interpreta Ashley Jones, una giovane donna il cui comportamento abusivo del fidanzato inizia a intensificarsi prima di raggiungere una fine orribile. Il fidanzato di Ashley, Reece, è interpretato da Royce Pierreson (che è apparso in Line of Duty, lo stregone e Gli Irregolari ), ed è pericolosamente affascinante e gentile all'inizio prima che inizi a controllare sempre di più la sua vita.Mentre il film di 60 minuti è stato nominato come miglior dramma singolo ai BAFTA (ma non è riuscito a vincere), Georgina Campbell ha giustamente vinto il premio come migliore attrice per il suo ruolo da protagonista nel film. Non è un argomento divertente, ma è un orologio necessario, specialmente per il pubblico più giovane che dovrebbe essere informato dei pericoli dietro questo tipo di comportamento coercitivo. Sebbene sia basato su un caso reale di violenza domestica, i nomi di tutte le persone coinvolte sono stati cambiati dalla scrittrice Regina Moriarty. - Eammon Jacobs

Lutero

BBC

Idris Elba potrebbe essere una star del cinema globale in questi giorni, ma ha comunque trovato il tempo per girare cinque serie di questo show di grande successo della BBC One. Luther vede Elba come il dedito, ossessivo e talvolta violento DCI John Luther, un geniale detective di omicidi la cui mente brillante non è immune dall'oscurità del suo lavoro. La serie inizia con lui incapace di imprigionare lo psicopatico e assassino Alice Morgan, portando i due a risolvere i crimini insieme mentre combatte i suoi terribili demoni.

Luther è stato un grande successo per la BBC nell'ultimo decennio, con Elba che ha ripetutamente ottenuto recensioni entusiastiche ogni volta che una nuova serie è stata presentata in anteprima, e il tono oscuro ha attribuito allo spettacolo più peso e gravità rispetto alla maggior parte delle procedure di polizia. L'elogio della critica è stato unanime – in effetti la critica più grande è stata la lunghezza dello spettacolo, con solo ventuno episodi prodotti in cinque serie.

Elba è il motore di questa serie, ma è affiancato da una bella compagnia. Ruth Wilson di The Dark Material fa una svolta particolarmente memorabile nei panni della nemesi psicopatica e compagna Alice Morgan, con Dermot Crawley di The Death of Stalin nei panni dell'affilatissimo DCI Martin Schenk e il comico Michael Smiley nei panni di Deadhead Benny Silver. – Daniel Furn

Rendimi famoso

In un mondo in cui i social media sono diventati una parte concreta della vita di tutti i giorni, è diventato molto chiaro quanto possano essere dannosi. Dagli standard di bellezza falsamente percepiti che i filtri di Instagram ci danno, ai torrenti di abusi che gli utenti possono scagliarsi l'un l'altro senza pensare ai postumi delle loro parole, storie, tweet e didascalie. Make Me Famous di Reggie Yates ha messo i social media e la fama sotto il microscopio in un modo dolorosamente tragico. Sebbene sia un racconto di fantasia, non è troppo lontano dalla realtà poiché Billy di Tom Britney lotta per affrontare la fama che va di pari passo con l'apparizione in una serie TV di realtà.È un orologio emozionante, poiché la sua apparizione nello spettacolo (intitolato Love or Lust) gli ha dato enormi problemi di fiducia. E in un mondo in cui i concorrenti di spettacoli come Love Island si sono tolti la vita come risultato diretto dell'essere sotto gli occhi del pubblico, Make Me Famous è una parabola perfettamente straziante. Questo dramma di 60 minuti mette in risalto il punto di vista di Reggie Yates costringendo il pubblico a considerare quanto possano essere pericolosi i social media. - Eammon Jacobs

il terrore

BBC

È stata realizzata una seconda stagione con una trama completamente diversa, ma è la prima stagione di questo dramma horror semi-storico che è quella da guardare. il terrore è ispirato alla spedizione condannata nella vita reale della HMS Terror e della HMS Erebus mentre cercavano il leggendario Passaggio a Nord Ovest nell'Artico canadese nel 1840, e presenta un resoconto romanzato di ciò che potrebbe essere accaduto mentre il mistero della loro scomparsa persiste. Con le navi intrappolate nel ghiaccio, l'equipaggio affamato e malato è costretto a fare i conti con un mostro sfuggente che li insegue nel ghiaccio, così come l'un l'altro.

Un mix unico di horror e dramma semi-storico, oltre agli ovvi elementi soprannaturali, lo spettacolo presenta un ritratto sorprendentemente accurato della vita in una spedizione navale artica del 1840. Tuttavia, lo spettacolo riesce anche nell'aspetto horror, con l'ambientazione artica isolata significa che l'atmosfera è terribile anche senza la presenza di spiriti Inuit, e quando si scatena l'inferno è solo dopo meravigliosi periodi di moderazione e accumulo.

Anche un cast di prestigio aiuta: Jared Harris di Chernobyl interpreta il travagliato ma talentuoso Capitano Francis Crozier, con Tobias Menzies di The Crown nei panni del comandante Fitzjames, inizialmente antipatico. Il compagno veterano di Game of Thrones Ciarán Hinds interpreta il più popolare e gioviale Capitano John Franklin, con Paul Ready di Motherland nei panni del chirurgo moralmente robusto Harry Goodsir. – Daniel Furn

Mantenere la fede

Questa serie drammatica conclusa di recente è guidata da Eve Myles di Torchwood, che offre una performance assoluta (per la quale ha vinto un BAFTA gallese. Trasmessa in streaming più di 50 milioni di volte dal suo debutto su BBC iPlayer nel 2018, Keeping Faith è stata un'avvincente serie domestica dramma ambientato sullo sfondo del Galles rurale - pensa a Big Little Lies, ma ambientato a Carmarthen - con i suoi numerosi colpi di scena e svolte (che non rovineremo qui!) che tiene i fan agganciati sia in Inghilterra, dove lo spettacolo è andato in onda su BBC One , e in Galles, dove una versione in lingua gallese dello spettacolo è andata in onda per la prima volta con il titolo di Un Bore Mercher.Se ti fai strada attraverso la prima serie in otto parti, ti garantiamo che il finale con cliffhanger ti farà saltare direttamente nel prossimo stagione. – Morgan Jeffery

Linea di condotta

Madre di Dio. Se non hai visto Line of Duty, forse possiamo convincerti a provarlo... La serie di Jed Mercurio segue gli agenti anticorruzione dell'AC-12 mentre cercano di sradicare poliziotti e poliziotti corrotti mentre lavorano con bande criminali organizzate. È probabilmente uno dei migliori spettacoli britannici dell'ultimo decennio. Ogni serie ha un caso individuale che è inestricabilmente intrappolato in una rete di corruzione che mette in pericolo la vita di tutte le persone coinvolte. Ma in fondo, il pubblico era innamorato della duratura collaborazione (professionale) di Kate Fleming e Steve Arnott. Sono inarrestabili, anche di fronte a probabilità schiaccianti - e sono le esibizioni di Vicky McClure e Martin Compston che vendono la loro dinamica in modo così perfetto, amico.

Ma saremmo squilibrati se non lodassimo Ted Sì, come la battaglia di Hastings. La feroce tenacia di Adrian Dunbar come capo dell'AC-12 lo rende così adorabile. Aggiungi una serie di frasi degne di nota, e divenne rapidamente il volto dello spettacolo tanto quanto Compston e McClure. Tutto questo senza menzionare il folle talento delle guest star di ogni serie, con artisti del calibro di Lennie James, Keeley Hawes e Daniel Mays – a Thandiwe Newton, Stephen Graham e Kelly Macdonald. Il mistero centrale di H/the Fourth Man diventa un po' contorto col passare del tempo, ma mettere insieme tutti i pezzi dietro la cospirazione è incredibilmente soddisfacente. - Eammon Jacobs

Vita

Ricordi gli eventi scandalosi del dottor Foster che hanno visto una famiglia dilaniata da affari focosi e intrighi? Bene, la serie della BBC Life è un sorprendente spin-off del thriller drammatico. Victoria Hamilton riprende il suo ruolo di Anna Baker (ora conosciuta come Belle Stone) dallo spettacolo di Suranne Jones, anche se non aspettatevi che Gemma Foster stessa si presenti per causare drammi a metà. La vita ruota attorno a una casa vittoriana composta da quattro diversi appartamenti, con quattro diversi residenti ognuno con i propri problemi e problemi mentre la serie affronta la salute mentale, l'alcolismo e, naturalmente, il dramma romantico.La serie è stata ideata dal creatore di Doctor Foster, Mike Bartlett, che ha visto l'opportunità perfetta per costruire questo mondo attraverso Anna Baker/Belle Stone. Non è esagerato e selvaggio come Doctor Foster (che è un gradito sollievo) ma è altrettanto divertente. Con artisti del calibro di Alison Steadman, Adrian Lester e Peter Davison nel cast, è come un chi è chi dei reali britannici. A causa delle storie intrecciate che attraversano questa casa, è molto facile essere pesantemente coinvolti nelle loro rispettive vite e problemi, rendendo la serie di sei episodi un orologio molto bingeable. - Eammon Jacobs

Narciso nero

BBC

Basato sul classico film del 1947 con lo stesso nome, BBC's Narciso nero miniserie è un orologio davvero teso. Segue un gruppo di suore anglicane mentre cercano di creare una scuola missionaria in un vecchio palazzo himalayano, ma sono turbate dagli eventi controversi che hanno avuto luogo all'interno. Questo dramma psico-sessuale dalle sfumature horror è pieno di un'eccellente tensione mentre la testarda sorella Clodagh (Gemma Arterton) cerca di avere un impatto positivo sulla comunità circostante, solo per peggiorare le cose. C'è sicuramente un sottotesto sepolto nella storia che commenta l'Impero britannico negli anni '30 e il suo effetto sui paesi che ha cercato di aiutare o modernizzare.

Non entrare in Black Narcissus aspettandoti che fantasmi e ghoul compaiano ad ogni angolo, è più un orrore psicologico che altro, costringendo le suore con la loro unica prova di fede mentre il passato le raggiunge in modi davvero allettanti. Questo cupo thriller erotico è un po' più spigoloso del film di Michael Powell del 1947, con l'originale crisi di fede di Clodagh scambiata per un rovente dilemma tra una vera storia d'amore con Mr. Dean (Alessandro Nivola) e il rimanere fedele alla religione. Potrebbe non aderire perfettamente all'atterraggio, ma la scrittrice Amanda Coe offre una nuova visione incantevole per il racconto classico. - Eammon Jacobs

Bloodlands

BBC

Se stai soffrendo per un nuovo dramma criminale che ti attanaglia ora che la serie sei di Line of Duty si è finalmente conclusa, allora madre di Dio, devi guardare Bloodlands. La serie con protagonista James Nesbitt proviene dal produttore esecutivo di Line of Duty e Bodyguard, Jed Mercurio, quindi preparati per alcuni colpi di scena scioccanti. La serie in quattro parti segue il DCI Tom Brannick (Nesbitt) mentre collega il rapimento di un ex membro dell'IRA a un misterioso assassino noto solo come Goliath. È molto facile essere rapidamente investiti in Bloodlands poiché la cospirazione presenta più livelli per il pubblico da staccare con ogni nuovo episodio.

Ti terrà sicuramente gli occhi incollati allo schermo, soprattutto quando verranno alla luce certe rivelazioni. Inutile dire che James Nesbitt attira l'attenzione di tutti con questo. Questo noir nordirlandese (chiunque nordirlandese?) presenta anche alcune delle scene di interrogatorio più intense per rivaleggiare con quelle viste negli uffici dell'AC-12. Ci sono solo quattro episodi nella prima serie, quindi è un facile binge-watch. E sì, la seconda serie è già stata approvata, non che siamo eccitati o altro. - Eammon Jacobs

Trigonometria

Per quanto riguarda i drammi romantici,Trigonometriadovrebbe essere lassù con le persone normali. Dopo che Ray (Ariane Labed) decide di cambiare la sua vita in meglio, si trasferisce a Londra dalla Francia e prende rapidamente una stanza in un appartamento costoso con una coppia, Gemma e Kieran (Thalissa Teixeira e Garry Carr). Ma durante la serie di otto episodi iniziano tutti a sentirsi attratti l'uno dall'altro, alla fine affrontando le difficoltà di una relazione poliamorosa. È una rappresentazione incredibilmente realistica di una relazione non convenzionale, per fortuna non sensazionalizza la profonda connessione emotiva tra il trio o prende in giro la situazione.

La serie degli scrittori/creatori Duncan Macmillan ed Effie Woods adotta un approccio psicologico alla situazione insolita, poiché tutti e tre cercano di avvolgere la testa attorno ai propri sentimenti. Questo non vuol dire che sia senza il suo dramma o la tensione sessuale, perché l'atmosfera in quell'appartamento è palpabile per non dire altro. La dinamica tra Ray, Gemma e Kieran è meravigliosamente affascinante, anche se in alcuni punti c'è un po' troppa ingenuità. Le esibizioni di Labed, Teixeira e Carr spesso comunicano abilmente tutto ciò che deve essere detto tra di loro senza usare le parole per farlo. - Eammon Jacobs

La nostra ragazza

C'è un motivo per cui Our Girl ha funzionato per quattro serie, perché il pubblico non ne ha mai abbastanza del dramma militare. Aveva tutti i soliti simboli di una tipica serie romantica, ma inquadrarlo sullo sfondo della guerra in Afghanistan ha fatto sentire ogni singola emozione intensificata in un modo che ha catturato gli spettatori quasi immediatamente. Sebbene inizialmente seguisse Molly Dawes di Lacey Turner che si arruola nell'esercito britannico dopo essere stata infelice della sua vita, lo spettacolo è ruotato su Georgie Lane di Michelle Keegan dalla seconda serie in poi.

L'azione in Our Girl è brillantemente divertente, alzando la posta in gioco per ogni singola relazione e dinamica del personaggio attraverso la serie. Certo, a volte può sembrare un po' troppo romanzato, ma è facile lasciarsi coinvolgere dal variegato cast di personaggi che si presentano lungo la strada. Non ha mai evitato le conseguenze della guerra, con Molly e Georgie che devono bilanciare i loro problemi personali insieme ai loro doveri. Mentre Our Girl riflette occasionalmente sulla politica della guerra, non interrompe le varie relazioni romantiche. È più interessato alle conseguenze dirette dei combattimenti sia sui civili che sui soldati stessi. - Eammon Jacobs

Testimone silenzioso

Silent Witness è uno dei procedurali di polizia più longevi nel Regno Unito, e per una buona ragione. Nelle sue impressionanti 23 stagioni finora, ha caratterizzato una coorte rotante di vari detective, patologi forensi e investigatori tutti dedicati a risolvere casi raccapriccianti che sembrano più complicati del precedente. È davvero sorprendente che lo show non abbia ancora esaurito le idee, ma in qualche modo ogni stagione è piena di misteri sorprendentemente confusi. Che si tratti di portare alla luce i crimini di serial killer condannati o l'assassinio di un diplomatico statunitense, c'è una distinta varietà in ogni singolo caso.

E se ti piace un lato del sangue con i tuoi 'whodunnit', sei pronto per una sanguinosa sorpresa. Ci sono arti mozzati, organi interni e autopsie a bizzeffe. Eppure, non si sente mai sopra le righe. Semmai, si sente ancora notevolmente radicato e tempestivo. Anche se ci sono stati molti membri del cast nel corso degli anni e una performance eccezionale viene da Liz Carr nei panni di Clarissa Mullery, un'esaminatrice forense che si trova su una sedia a rotelle. Silent Witness non la relega solo a un membro utile del cast di supporto, ma è costantemente una parte fondamentale delle indagini, fornendo spesso risposte dove gli altri inciampano. Il formato a volte diventa un po' ripetitivo? Certo, ma questo rende le sue storie non meno divertenti. - Eammon Jacobs

battista

BBC

Per i fan di The Missing, uno degli elementi migliori della serie è stato il detective brizzolato e irremovibile di Tchéky Karyo, Julien Baptiste. Il suo rifiuto di sottoporsi a un intervento chirurgico su un tumore cerebrale potenzialmente fatale gli ha dato un tale senso di urgenza nelle sue indagini sul caso di un bambino scomparso nella serie. La sua serie di spin-off da solista segue per la prima volta il caso di una prostituta scomparsa ad Amsterdam, e prende alcune svolte molto losche lungo la strada. La performance di Karyo è brillante come lo era in The Missing, poiché i nuovi sviluppi nella storia danno all'attore la possibilità di mostrare i suoi muscoli drammatici in modi diversi.

Mentre il caso prende una svolta orribile e si scopre che i personaggi chiave hanno degli sconvolgenti alter-ego, battista fa bene a tenere il pubblico sulle spine. A volte è un po' macabro, ma non è così cruento come una delle scene iniziali potrebbe farti credere. Sebbene alcuni dei colpi di scena successivi siano chiaramente segnalati lungo la strada, vedere tutto svelarsi entro la fine della prima stagione è decisamente soddisfacente. E con artisti del calibro di Jessica Raine e Tom Hollander che si presentano, cosa non amare? Per fortuna, una seconda serie è in arrivo e arriverà entro la fine dell'anno. - Eammon Jacobs

I suoi materiali oscuri

Oh I suoi materiali oscuri , tu brillante pezzo di fantasia tu. Basata sui libri più venduti di Phillip Pullman, la serie segue le vicende della tredicenne Lyra Belacqua (Dafne Keen) che intraprende un pericoloso viaggio attraverso un mondo parallelo per scoprire il mistero che circonda le bizzarre particelle Polvere e come influenza le diverse dimensioni dell'universo . È un'avventura avvincente che travolge il pubblico insieme a Lyra in una trama grandiosa che non compromette mai le sue dimensioni per adattarsi al piccolo schermo. La serie dello scrittore Jack Thorne ha raggiunto la perfetta miscela tra realismo e fantasia, poiché il mondo di Lyra sembra familiare al nostro ma è anche molto diverso.

E mentre la prima serie di His Dark Materials si è sentita un po' ristretta impostando tutti questi diversi personaggi e punti della trama su mondi paralleli, la seconda serie è così divertente mentre la posta in gioco cosmica diventa ancora più grande. A dire il vero, questo funziona molto meglio dell'adattamento cinematografico disallineato del 2007. È una testimonianza del cast stellare che tutti i Demoni animaleschi non sembrano sciocchi o stupidi, sono credibili e avvincenti. Inoltre che cast! Vanta personaggi del calibro di James McAvoy, Ruth Wilson e Lin-Manuel Miranda che costruiscono i personaggi di supporto. Non vuoi perderti questo. - Eammon Jacobs

Seduto nel limbo

BBC

Lo scandalo Windrush ha dominato i titoli dei giornali nel Regno Unito negli ultimi anni poiché il pubblico in generale è stato indignato per la detenzione e la deportazione illegali di persone che erano arrivate nel paese negli anni '60 come parte della generazione 'Windrush'. E quanto mai tempestivo, la BBC's Seduto nel limbo ha drammatizzato il fallimento istituzionale del Ministero degli Interni quando Anthony Bryan (interpretato da Patrick Robinson) è stato arrestato e gli è stato detto che sarebbe stato deportato in Giamaica. Questa storia vera è stata scritta dal fratellastro di Bryan, Stephen S. Thompson, ed è stato un resoconto straziante dei fallimenti del governo.

Non solo ha mostrato la follia della burocrazia e come qualcosa di simile possa distruggere la vita delle persone, ma ha anche evidenziato la posizione ostile del Ministero degli Interni sull'immigrazione. Mentre questi argomenti possono spesso perdersi in un mare di titoli, Sitting in Limbo è riuscito a tagliare dritto alle conseguenze di tutto con una performance straziante di Patrick Robinson. Non commettere errori, il lungometraggio drammatico non è un orologio facile. Ma cattura perfettamente gli effetti di uno dei più grandi scandali politici dell'ultimo decennio. Non solo il film del 2020 è stato nominato per il miglior dramma singolo ai BAFTA, ma Stephen S. Thompson è stato nominato ai BAFTA TV Craft del 2021 per la categoria Emerging Talent: Fiction per aver scritto la storia. - Eammon Jacobs

Dai un'occhiata al nostro hub Drama per tutte le ultime notizie o alla nostra guida TV per trovare qualcosa da guardare stasera. Per ulteriori consigli, visita le nostre guide al le migliori serie su Netflix , la migliore serie su Amazon Prime e il migliori spettacoli su Disney Plus .